Winterthur: “Aiutaci a rendere il mondo un posto davvero migliore”

Winterthur, Svizzera, 18-20 ottobre – Tour Europeo 2019

Al suo arrivo a Winterthur, i volontari locali e i fan hanno dato un caloroso e trascinante benvenuto ad Amma. Dopo aver servito la cena prasad ai volontari locali e al gruppo del tour, Amma ha tenuto una meditazione collettiva per la pace nel mondo e una sessione di gioiosi bhajan che si è conclusa con il canto “Bandalo Bandalo”. Durante i tre giorni a Winterthur, il centro sportivo Eulach Hallen straripava di gente provenuta da ogni parte della Svizzera. Amma è stata accolta nel Paese dal membro del Parlamento svizzero Nik Guger e dall’ambasciatore indiano delle Nazioni Unite Rajiv Chander, oltre che dalla famosa attrice (ed ex Miss Svizzera) Melanie Winiger. Nik Guger ha detto: “Auguro a tutti noi di essere in grado di rispettarci a vicenda, di costruire ponti per comprenderci e di offrire a tutti la possibilità di vivere in un mondo pacifico. Se seguiamo i consigli di Amma, possiamo farcela”.
L’ambasciatore Chander ha sottolineato che le Nazioni Unite si stanno avvicinando al loro 75° anniversario, e ha citato il discorso che Amma tenne all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per il 50° anniversario, nel 1995: “Consiglio a tutti di rileggersi il discorso di Amma per il 50° anniversario dell’ONU nel 1995. L’analisi che fece allora di ciò che non andava nel mondo e di come porvi rimedio è ancora oggi molto, molto concreta. Infatti, nel 1995 Amma disse che il mondo era come un vulcano in eruzione e la vita come un campo di battaglia, perché l’ego degli esseri umani e gli interessi personali stavano rendendo le relazioni umane un business. La sua esortazione era che, se avessimo guardato dentro di noi per riscoprire la nostra umanità profonda, ci saremmo riuniti e avremmo potuto portare la felicità e la pace nel mondo. Così oggi La ringraziamo, Amma, per la Sua presenza continua e le Sue benedizioni, abbiamo bisogno che Lei renda il mondo un posto migliore e che lo avvolga in un abbraccio di pace e armonia”.
Durante il suo discorso, Amma ha incoraggiato tutti i presenti a ricordare sempre, durante la propria vita, la Natura e le sue leggi: “Oggi diamo più importanza e rispetto alla scienza e alla tecnologia, che sono sicuramente importanti, ma dobbiamo dare altrettanto valore a Madre Natura, alla cultura e al nostro prossimo. Se smettiamo di considerare tutti questi elementi come ugualmente importanti, la società diventa come una sedia che sta in equilibrio su tre gambe. Può sembrare che non ci siano problemi, ma cosa succede quando ci sediamo? Cadrà subito, incapace di sostenere il nostro peso. Una canzone è poco orecchiabile quando è fuori ritmo e tono. È la natura che dà alla vita il ritmo fondamentale e la melodia. Non riusciremo a sperimentare la pace e la felicità se la nostra vita non rispetterà le leggi naturali. Così come obbediamo alle leggi create dall’uomo, dobbiamo seguire – ancora più attentamente – le regole della Natura e i suoi princìpi. Quali sono le leggi della Natura? Sono l’unità, il sacrificio e l’amore per gli altri”.