Amma è giunta a Madurai per benedire tutti gli esseri viventi

Celebrazione Brahmashtanam di Madurai, 23 gennaio 2020, Tamil Nadu – Tour Indiano 2020

Amma ha tenuto un programma di due giorni al suo tempio Brahmastharam nell’ashram di Madurai. Ha deliziato i devoti con una nuova serie di bhajan in tamil, composti appena prima di questo tour. Amma ha anche parlato e guidato tutti in una manasa puja e guidato una meditazione in tamil. Nonostante molte persone si fossero radunate per ricevere il darshan, la folla era tranquilla e tutti hanno aspettato pazientemente il proprio turno per trascorrere un momento fra le sue braccia.  Rivolgendosi alla folla, Amma ha sottolineato i limiti della felicità che deriva dalle cose materiali: “Se la sofferenza è il segno distintivo del materialismo, le persone saranno costrette ad affrontare molte dolorose e difficili esperienze nella vita, perché se il principale obiettivo è accumulare ricchezze, anche conducendo una lunga esistenza in mezzo agli agi materiali, non si potrà essere felici”.
R.B. Udayakumar, ministro delle Entrate, Calamità Naturali e Tecnologia Informatica del Tamil Nadu, è venuto a onorare e dare il benvenuto ad Amma a Madurai. Rivolgendosi alla folla ha detto: “In questa grande città, ove risiede la dea Meenakshi, la persona che la gente chiama con l’incantevole nome di ‘Amma’ è venuta a benedire ogni essere vivente. Con il suo semplice abbraccio ha elevato la vita di molti milioni di persone. Le do il benvenuto a nome di tutta la città. Madurai ha una caratteristica particolare. In ogni altro luogo le persone vanno al tempio per trovare Dio e pregare. A Madurai, durante la festività di Chithirai, il dio Kallalagar scende al fiume per benedire i suoi figli. Allo stesso modo, ogni anno Amma viene a Madurai e ci benedice. È un onore per noi. Mi inchino e do il benvenuto ad Amma che è l’incarnazione della dea Meenakshi”.
Durante i programmi, Amma ha distribuito nuovi sari ai membri del gruppo di auto-aiuto AmritaSREE. In entrambi i giorni gli studenti della scuola Amrita Vidyalayam di Amma hanno presentato diversi programmi culturali, mentre i volontari hanno anche offerto un intrattenimento di danze folkloristiche ed altre esibizioni tradizionali. Come negli anni precedenti, i volontari locali hanno portato ad Amma vasi d’argilla “mulapari”, indossando costumi e trucco per rappresentare le diverse personalità dei Purana (testi sacri).
Verso la fine del darshan, i volontari sono saliti sul palco e hanno iniziato a cantare e danzare, incapaci di contenere la propria gioia nel poter passare due giorni alla presenza di Amma.
Dopo due giorni di satsang, meditazione, bhajan, darshan e rappresentazioni ispiranti, Amma ha concluso le celebrazioni cantando “Amma Amma Taye”.