Telefono amico Amrita per fornire sostegno psicologico durante l’emergenza Covid-19

Dopo che l’India, come molti altri Paesi, è piombata nel lockdown, la “nuova normalità” ha gettato tutti in uno stato di incertezza e paura. Per essere vicini alla gente, gli studenti dell’Università Amrita e i volontari del Mata Amritanandamayi Math hanno attivato la linea di aiuto telefonica “Amrita Covid-19”, che ha iniziato a ricevere chiamate dal’11 aprile, diventando per molti un’ancora di salvezza. I volontari che vi prendono parte, specializzati in assistenza sociale e residenti dell’ashram di Amma ad Amritapuri, possono dare sostegno alle persone che chiamano in molte lingue, comprese malayalam, telegu, tamil, tulu, hindi, marathi, e inglese.
La linea di aiuto, focalizzandosi in primo luogo sulle difficoltà emotive, riceve chiamate di ogni tipo e con diverse problematiche. Per coloro che necessitano di assistenza professionale specifica, la linea di aiuto Amrita si avvale della consulenza di psicologi locali, medici dell’ashram di Amritapuri e di specialisti del Dipartimento di Psicologia e Psichiatria. Questo permette, ad esempio, ad una persona che teme di avere i sintomi del Covid-19 di essere messa subito in contatto con un medico per un consulto.
Ad oggi, nei primi 10 giorni di attivazione della linea di aiuto Amrita, sono pervenute più di 500 chiamate, di cui circa 150 legate a problematiche psicologiche.