Oltre 200 giovani partecipano al campo regionale AYUDH di Pune

Un campo di addestramento regionale AYUDH è stato tenuto presso il Mata Amritanandamayi Math di Pune. Più di 200 giovani, provenienti dagli Stati indiani di Maharashtra, Gujarat, Rajasthan, Goa, Chattisgarh e Tamil Nadu, si sono riuniti per imparare come contribuire meglio a un mondo pacifico.
Il campo è stato inaugurato dal referente del Mata Amritanandamayi Math di Pune, Swami Vidyamritananda Puri, che ha illuminato il pubblico con un discorso sulla cultura indiana.
Il campo è stato anche benedetto da Swami Amritaswarupananda Puri, discepolo anziano di Amma, vicepresidente del Mata Amritanandamayi Math e presidente di Amrita Vishwa Vidyapeetham. Nel suo discorso, Swamiji ha spiegato: “Nelle culture di tutto il mondo c’è la tradizione di ripagare, tutto ha il suo prezzo, niente è gratuito. I partecipanti trarranno beneficio da questo campo in futuro, ma il prezzo che devono pagare è la disciplina e il duro lavoro che questo campo imprime in loro”.
Al campo si ha avuto il modo di assistere a stimolanti discorsi sulla spiritualità indiana tenuti da personalità illustri, esercizi di team building, seminari sulle abilità sociali, programmi di sviluppo della personalità, sessioni di yoga e meditazione, un tour culturale e giochi di avventura.
Lo scienziato della materia Dr. Muruganant, vicerettore della Indus University, Ahmedabad, ha parlato della scienza della spiritualità.  P. Ram Ram Manohar, direttore della ricerca del Centro di Ricerca Avanzata in Ayurveda presso la Scuola Amrita di Ayurveda, ha condiviso idee su come vivere uno stile di vita sano.  Ragavan Manian, discepolo del noto musicista e compositore carnatico Dr. M. Balamuralikrishna, ha condotto un accattivante laboratorio di musica.  Pundlik Sitaram Wagh, fondatore del gruppo Vayuva, ha guidato i partecipanti in un tour culturale al tempio di Sant Dnyaneshwar, Alandi Pune
Prasad Deole e Team Z BAC Adventures, ispirandosi alla Bhagavad Gita, hanno condotto giochi all’aperto sul tema del coraggio.
Lakshmi Menon, a capo del New Indian Express Group, è stata la relatrice principale alla cerimonia di chiusura, condividendo le sue esperienze su come Amma l’abbia aiutata ad affrontare le sfide della vita.  Successivamente, ha distribuito i certificati e i premi.
I partecipanti hanno dato un eccellente feedback sul campo e sui valori appresi, come l’autostima, lo sforzo di essere sempre felici e cercare di imparare di più sulla spiritualità.  I ragazzi hanno affermato anche di aver compreso l’importanza del lavoro di squadra, della pazienza e di cercare di mantenere l’equilibrio mentale in ogni momento, oltre a essere felici, positivi e riconoscenti, come abbandonare l’ego e accettare i propri errori.
I partecipanti hanno promesso di praticare regolarmente meditazione e yoga.  Soprattutto, hanno detto di aver imparato che la cosa più grande in questo mondo è dare: solo dando si può essere felici, proprio come fa Amma, una costante fonte di ispirazione.

TAGS: