MESSAGGIO di AMMA PER IL NUOVO ANNO

Cambiate l’attitudine di considerarvi separati dal mondo e agite con consapevolezza

Cercate di compiere ogni azione come un’offerta a Dio, accettandone con coraggio e determinazione i risultati come volontà di Dio, e facendo posto all’altruismo nella vita quotidiana.

Amritapuri 31 dicembre 2021, celebrazioni di Capodanno

I festeggiamenti per il Capodanno sono iniziati con un’ampia serie di spettacoli tenuti dai bambini dell’ashram, tra questi: le danze Thiruvathira, Bhangra e Bharata natyam, uno spettacolo di pupazzetti e un musical. Al termine delle performance, Amma ha tenuto il discorso di Capodanno. E allo scoccare della mezzanotte ha condotto tutti nel canto del mantra Loka Samastha Sukhino Bhavanthu, la preghiera per la pace nel mondo. Terminata la preghiera Amma ha invitato tutti a iniziare gioiosamente l’anno cantando “May the Light of Unity” e “Sibji Bole”, un bhajan bengalese, e infine ha distribuito del succo come prasad a tutti presenti.

* * * * * *
Estratto del discorso di Capodanno di Amma:

Accogliamo il 2022 con grandi aspettative, attendendo l’alba gloriosa dopo il buio della notte, come quando cominciamo a vedere i bagliori dell’aurora. Che questo nuovo anno riempia le vite di tutti con felicità, tanta allegria, pace e prosperità. Amma sa che le persone sono ancora turbate, che i timori non si sono ancora completamente dissolti. Nonostante questo, Amma desidera augurare di cuore tutto ciò.
Diamo il benvenuto al nuovo anno con splendidi giochi di fuochi d’artificio, belle illuminazioni e augurandoci un felice anno nuovo. Tuttavia, questi festeggiamenti ed espressioni di gioia hanno vita breve. Presto la gente ritorna a immergersi nelle proprie piccolezze. Qual è allora il significato di tali festeggiamenti, se le luci e gli auguri non sono in grado di riempirci di luce né di far acquisire maggior discernimento alle nostre menti?
Questo non significa che i festeggiamenti siano superflui. Amma semplicemente ritiene che insieme ai festeggiamenti, dovremmo comprendere la verità suprema contenuta in essi. Oggi la gente ha davvero poche occasioni di dimenticare tutto e festeggiare, così immersa nella routine giornaliera e nei problemi di lavoro, figli e altre responsabilità. Per far avanzare una barca in un fiume pieno di muschio, dobbiamo prima rimuovere il muschio e continuare a toglierlo via via che la barca procede. Allo stesso modo, le cose che facciamo per far sì che la nostra vita proceda sono solo soluzioni temporanee. La soddisfazione che ne otteniamo non proviene dalla vera consapevolezza. Sebbene non ci sia nulla di male nell’esser felici per tali cose, dovremmo anche ricercare la gioia che proviene dall’aiutare i poveri e i sofferenti. Comunque, Amma non sta dicendo di non festeggiare. Che la gente festeggi e sia felice almeno in questo modo.
Qual è la maniera più appropriata di dare il benvenuto al nuovo anno? Per prima cosa praticare un po’ di introspezione, soppesando con sincerità nella bilancia della mente tutte le cose buone o cattive fatte durante l’anno passato, distinguendo ciò che è dharma da ciò che non lo è (adharma). Cercate di perdonare coloro che hanno sbagliato e di amare quelli che meno vi piacciono, trovando in voi stessi motivi per perdonare e andare oltre. Cercate di compiere tutte le vostre azioni come un’offerta a Dio, accettandone con coraggio e determinazione i risultati come volontà di Dio e facendo posto all’altruismo nella vita quotidiana. Cercate di compiere almeno qualche piccola azione altruista ogni giorno, poiché non avete studiato le Scritture, forse non sarete in grado di compierle completamente. Nutrite il vostro senso di responsabilità sociale, cambiate l’atteggiamento che siete separati dal mondo e agite con la consapevolezza di essere un membro della grande famiglia universale. Questo è il modo in cui dovremmo accogliere e festeggiare il nuovo anno: cambiando il nostro atteggiamento e agendo di conseguenza.
Capodanno non significa far festa tra droghe e alcol, facendo baldoria quando scocca la mezzanotte. Poco tempo fa vicino a Ernakulam, alcuni ubriachi sono stati coinvolti in uno scontro con la polizia. In quanto ubriachi non avevano idea di quello che facevano. Hanno appiccato persino il fuoco a una jeep della polizia e la polizia li ha picchiati. Se fossero stati meno ubriachi, avrebbero almeno cercato di scappare via. E invece sono rimasti lì, ignari delle conseguenze che potevano essere arrestati e messi in prigione.
Alcuni dicono che droga e alcohol tirano fuori l’amore che abbiamo dentro. Ma quale amore? Sotto l’influenza di droghe e alcohol, le persone perdono qualsiasi consapevolezza. Non sanno quel che fanno né con chi parlano. Ora si rivolgono a un estraneo dicendogli: “O mio caro fratello!”,e poi non esitano ad accoltellare qualcun altro. Questo è amore? Questo è quanto vediamo e sentiamo intorno a noi, Amma lo sta solo riportando, questo è tutto.
Quando perdiamo la consapevolezza perdiamo tutto. Pertanto, dovremmo mantenere un’attenzione vigile e rimanere consapevoli in ogni situazione. Lo scopo della nostra vita dovrebbe essere quello di risvegliarci a un tale stato di costante consapevolezza. Altrimenti, se anche se i numeri del calendario cambiano, non ci sarà alcun cambiamento in noi o nel mondo che ci circonda.
Il potere della mente umana è impressionante. Se i nostri pensieri e sentimenti sono buoni, anche il mondo intorno a noi lo sarà. Se ci proviamo, la nostra mente può vedere il buono in qualsiasi cosa. Può trovare gioia e bellezza ovunque. Allo stesso modo, se ci proviamo, possiamo rendere il nuovo anno bello e ricco di significato.
Quando si parla del potere della mente, dovremmo anche considerare i propositi per il nuovo anno. Il capodanno è un momento in cui si valutano i fallimenti e i successi dell’anno precedente e si prende una ferma risoluzione su come andare avanti. Quando facciamo un proposito per il nuovo anno, dovremmo tenere a mente una cosa: essere realistici. Per esempio, se un alcolista fa il voto di non toccare mai una goccia di alcol nel nuovo anno – come spesso accade – le sue possibilità di mantenerlo sono poche. Quindi, è importante fissare obiettivi più piccoli. Quando riusciamo a raggiungerli, possiamo poi passare a obiettivi più grandi. I piccoli fallimenti lungo la strada non dovrebbero porre fine alla nostra risoluzione. Se c’è uno sforzo da parte nostra, la grazia di Dio scorrerà certamente verso di noi.
Entriamo nel nuovo anno con un capitale molto prezioso. Cos’è questo capitale? È il tempo – il momento presente – che è nelle nostre mani. È la somma dei momenti presenti che viviamo che deciderà la direzione e il progresso del nuovo anno. Il denaro sul conto corrente dell’anno scorso viene trasferito al conto di quest’anno. Ma questo non succede mai con il tempo. Il tempo passato è perso; non può essere recuperato. Può un quarantenne tornare bambino? Può tornare alla sua giovinezza? Il tempo perso non torna più. Se perdiamo del denaro in un affare, possiamo poi riscattarci e recuperarlo. Ma il tempo perso non può essere recuperato, è andato per sempre. Né possiamo prendere in prestito il tempo dal futuro. Quindi, dovremmo essere attenti e usare il nostro tempo in modo efficace. Dovremmo vivere il momento presente in modo appropriato.
L’anno passato può averci dato molte esperienze buone e cattive. Tuttavia, non dobbiamo fissarci su di esse. Cerchiamo di ricordare solo le esperienze che sono utili. Ripuliamo la mente da tutto ciò che non serve, da ciò che è immondizia dell’anno passato, abbellendo la mente ogni giorno con pensieri virtuosi e con i valori. Pensieri positivi, pazienza, compassione, gentilezza, eccetera, sono qualità divine.
In alcuni luoghi, c’è una tradizione a Capodanno di bruciare l’effigie di un uomo vecchio. Bruciare questa immagine simboleggia il bruciare via tutta l’infelicità dell’anno precedente, e fare un nuovo passo nell’anno nuovo con un’energia rinnovata.
Invecchiando diventiamo come un re che ha perso la sua corona. Se chiediamo ai nostri occhi di leggere, i nostri occhi dicono: “No, non lo faremo! Se chiediamo al nostro naso di fare un respiro profondo, il nostro naso dice: “No, non lo farò! Se chiediamo alla nostra lingua di parlare, la nostra lingua dice: “No, non lo farò! Se chiediamo alle nostre orecchie di sentire qualcosa, esse dicono: “No, non lo farò! Se chiediamo alle nostre mani di raccogliere qualcosa, dicono: “No, non lo faremo! Se chiediamo alle nostre gambe di correre, dicono: “No, non lo faremo! Quindi, siamo come un re che ha perso la sua corona e i cui sudditi del regno hanno smesso di obbedire. Dicono alla nostra mente di stare zitta e di lasciarli in pace. Dobbiamo dare energia a questa vecchia mente e ringiovanirla, farla entrare nel nuovo anno con rinnovato vigore. Questo è il principio che sta alla base del bruciare l’effigie dell’uomo vecchio.
Possa ognuno di noi essere in grado di realizzare un nuovo anno migliore del precedente, colmo di felicità, prosperità, pace e giustizia. Che il 2022 sia un anno di buon auspicio in cui l’umanità raggiunga nuovi orizzonti e scali nuove più alte vette. Che la grazia ci benedica per riuscire in questa impresa vittoriosi.

Quando Amma dice questo sa che una nuova fiamma si accenderà nel cuore dei suoi figli. Ma d’altra parte, l’oscurità sembra dilagare, non essendo completamente svanita. Nuove varianti e malattie stanno emergendo. Se le persone perdono il lavoro o perdono i loro investimenti commerciali, andranno di nuovo in shock. Se ci abbattiamo, non riusciremo ad andare avanti. Finora siamo andati avanti in qualche modo. Allo stesso modo, le cose andranno avanti. Saremo in grado di superare anche questo ostacolo. Figli miei, abbiate fede in questo e continuate a essere coraggiosi, impegnandovi per questo. Come dice sempre Amma: come tutte le altre decisioni, anche la felicità è una decisione. Prendete una ferma decisione: “Qualunque cosa accada, sarò felice. Qualunque cosa accada, sarò coraggioso”.
Se ridiamo o piangiamo, i giorni passeranno comunque. Se piangiamo, abbiamo solo da perdere, diventeremo deboli, perderemo la nostra salute e perderemo il sonno. Molte persone trasformano così la loro vita in un’enorme perdita.
Non possiamo uscire da una porta chiusa. Se ci mettiamo d’impegno, una porta si aprirà certamente davanti a noi. Quindi, figli miei, non piangete guardando la porta chiusa. Se ci proviamo, prima o poi una porta si aprirà e potremo uscire. Noi stessi siamo la luce e l’oscurità sul nostro cammino. Figli miei, non perdete la vostra forza mentale. Questa è la nostra vera ricchezza. Se perdiamo quella, tutto è perduto. Tenete ferma la vostra fiducia in voi stessi.
Per far partire un’auto, la sua batteria deve essere carica. Altrimenti, anche se il serbatoio è pieno, la macchina non parte. Allo stesso modo, anche se abbiamo la forza di Dio dentro di noi, possiamo andare avanti solo se la nostra batteria della fiducia in noi stessi è carica. Se la perdiamo, non saremo in grado di risvegliare i nostri talenti, qualunque cosa accada. Quindi, tenete stretta la vostra fiducia in voi stessi.
Amma manda i suoi auguri di buon anno a tutti. Che la grazia benedica tutti i miei figli! Amma invia abbracci e i baci affettuosi a tutti i suoi figli!