COVID-19: Soluzioni per la scuola nell’India rurale

15 marzo 2021

Il COVID-19 ha messo alla prova come mai prima d’ora il sistema educativo indiano. Dalla messa in atto del lockdown nazionale del 22 marzo, tutte le scuole e gli istituti di formazione sono stati chiusi. AmritaCREATE è il nostro centro di ricerca in analisi, tecnologie e formazione. Il suo ambito fondamentale di lavoro sono le aree rurali indiane dove il livello di alfabetizzazione è basso e il tasso di abbandono della scuola è più alto rispetto ai centri urbani.
Dall’inizio della pandemia, CREATE ha individuato un certo numero di fattori in grado di mettere in crisi il sistema educativo specie nelle zone rurali indiane. Tra di essi figura la difficoltà ad accedere alla scuola; il disagio psicologico infantile durante il lockdown; lo stress di perdere l’anno o non superare gli esami scolastici; e il crescente abbandono della scuola.
Per venire incontro alle esigenze dei villaggi, CREATE ha formulato un duplice approccio:
1. Immediato intervento contro la paura cagionata dal COVID-19.
2. Ricerca documentata per creare una base informativa concreta in modo da trovare soluzioni prospettabili per gli studenti e le loro famiglie in caso di simili emergenze.

Interventi
Il primo lockdown indiano è durato circa tre mesi, finché l’8 giugno 2020 il Governo indiano ha dichiarato che alcuni servizi potevano riprendere gradualmente. CREATE ha immediatamente intrapreso l’esame della situazione e l’esplorazione di possibili soluzioni di supporto alla scuola, come la didattica online grazie all’aiuto degli uffici di Amritapuri. Il primo passo è stato di provvedere alla formazione di insegnanti per la didattica online per queste nuove classi.
Venendo meno il lockdown, CREATE ha richiesto permessi alle amministrazioni locali per aprire centri di supporto scolastico nelle aree in cui le scuole non riaprivano. Le regioni senza casi di Covid nel raggio di 30 chilometri hanno dato volentieri il proprio benestare, tuttavia le regioni in cui vi erano casi conclamati sono rimaste in lockdown.
In India, l’esito dell’esame per la decima e la dodicesima classe sono determinanti per la futura carriera dello studente. Pertanto, appena possibile sono stati aperti i centri per le classi superiori che avevano bisogno di aiuto. Anche durante l’iter formativo normale, questi esami si possono rivelare stressanti per gli studenti, e il COVID-19 ha solo contribuito ad aumentare le ansie. Molte commissioni esaminatrici risultavano incomplete a causa della chiusura delle scuole.
Infine, venendo meno il lockdown, gli effetti si sono smorzati e anche le classi intermedie hanno usufruito delle attività di sostegno scolastico di CREATE. In alcuni luoghi, la didattica online non è stata possibile a causa della mancanza di mezzi o di interesse degli abitanti dei villaggi, e il team non ha ottenuto permesso stabile per gestire classi regolari.
CREATE ha quindi impiegato un nuovo metodo, di insegnanti porta a porta nei villaggi per incontrare gli studenti. Sono stati seguiti tutti i protocolli Covid, mantenendo il distanziamento sociale. Gli insegnanti e i bambini indossavano mascherine e si lavavano le mani al bisogno. Inoltre, grazie al Governo, CREATE ha incoraggiato e monitorato la frequenza al doposcuola con classi online e sulla TV.
A luglio 2020 le attività sono iniziate nei villaggi del Punjab con due classi online, ma il numero è cresciuto gradualmente con il tempo. A novembre 2020 c’erano 18 centri di supporto scolastico aperti in diversi stati, otto dei quali tenevano classi regolari. Si tenevano anche 6 classi porta a porta e 4 classi online.
Il 15 ottobre, il Governo nazionale ha autorizzato i governi locali a decidere se riaprire o meno le scuole. Alcuni stati come il Bihar e il Tamil Nadu, hanno riaperto scuole e istituti di formazione superiore. Gli studenti sono stati formati sulla pandemia e sono state adottate misure e leggi per le presenze distanziate in aula. Nello stesso tempo in altri Stati, che ancora erano nella morsa del virus come il Kerala, le scuole rimanevano chiuse.
All’inizio di marzo di quest’anno, alcuni Stati hanno deciso di riaprire le scuole e i college. Nella maggior parte dell’India, ad aprile sono state riaperte le scuole e in ciascun luogo sono state adottate le misure localmente più adeguate. Ad esempio, nel Maharashtra una improvvisa impennata di contagi a marzo 2021 ha determinato il lockdown nel distretto di Nagpur. La sfida maggiore per tutte le regioni è come riprendere la scolarizzazione per bambini che da un anno o più sono a casa da scuola.

Documentazione e Ricerca
Nella storia di CREATE non si era mai registrata una crisi globale di tale portata come quella del 2020. Pertanto il team ha fatto tutto il possibile per affrontare la sfida con interventi rapidi e mirati, cercando di raccogliere il maggior numero di dati possibili per prepararsi a simili emergenze in futuro. Per ottimizzare il lavoro, hanno registrato la situazione oggettiva intervistando le persone singolarmente. Le indagini sono state effettuate tramite telefono, tramite interviste porta a porta, o attraverso piccoli gruppi di discussione mirata di 5 partecipanti o meno.
Alcuni risultati della ricerca sono stati:
1. lo sviluppo di un modello per mantenere attiva la scolarizzazione e il benessere psichico dei bambini nelle regioni rurali e isolate durante le crisi nazionali o le emergenze.
2. la raccolta dei dati per divulgare informazioni ed esperienze sullo stato attuale durante il COVID-19 per creare una rete di conoscenze atta a sostenere l’attività formativa durante simili circostanze in futuro.
3. Preparare relazioni sulla base dei due punti precedenti per influenzare le politiche adottate in modo da prevenire eventuali crisi future di tale portata.

Osservazioni
Il principale obiettivo di CREATE è stato quello di sviluppare e fornire supporto per una scolarizzazione accessibile in base ai bisogni dei bambini, inclusa l’assistenza e il supporto sociale oltre l’orario scolastico, nonché l’alfabetizzazione degli adulti.
Il progetto di ricerca raccoglie la sfida di proporre strumenti educativi ottimizzanti attraverso l’utilizzo della tecnologia che allarghi gli orizzonti della gente allo stesso tempo. La soluzione a tali problemi comporta un approccio multidisciplinare che attinga all’esperienza maturate in diversi ambiti scientifici come la fisica, la biologia, la statistica e le scienze sociali. Basandosi su queste nozioni, CREATE sviluppa soluzioni digitali innovative al fine di fornire tecnologie scolari accessibili e convenienti per tutti.
Secondo il Governo indiano il tasso di alfabetizzazione sopra i 15 anni è del 69%, di cui 79% uomini e 59% donne. Inoltre, vi è una sostanziale differenza tra aree urbane e aree rurali. Le donne nelle aree rurali indiane sono il 51% mentre nelle città il 77%. Gli uomini nell’India rurale sono alfabetizzati per il 74% contro l’88% nelle aree urbane. Un dato positivo invece l’alfabetizzazione delle donne e delle ragazze nell’India rurale è aumentata del 24%.