Amma riceve la laurea Honoris Causa dal Kalinga Institute

14 agosto 2021 — Bhubaneswar

Amma ha ricevuto il titolo di Doctor of Letters (Honoris Causa)—dal Kalinga Institute of Industrial Technology (KIIT) di Bhubaneswar. La laurea è stata conferita ad Amma virtualmente in occasione della 17a cerimonia di convocazione annuale dell’Università in riconoscimento del “grande contributo di Amma nel campo della spiritualità, dell’istruzione, delle tematiche ambientali, degli sforzi umanitari, per il suo amore e la sua compassione”.
Dopo aver conferito ad Amma la laurea, il vicerettore del KIIT, la prof.ssa Sasmita Samanta, si è rivolto ad Amma, dicendo: “Mata Sri Amritanandamayi Devi, Amma, pochissime persone al mondo hanno letteralmente toccato il cuore di milioni di persone attraverso un abbraccio, diventando leggende nel corso della loro vita. In un mondo lacerato da conflitti e scosso dallo stress, tutta l’umanità sta alzando gli occhi verso di te nella speranza di trovare il sostegno emotivo e la forza per affrontare le sfide della vita con pace ed equanimità. Come manifestazione della luce splendente di Bharata-samskāra, tu risplendi ovunque vai e in qualsiasi cosa fai.”
Il vice-rettore ha continuato: “Il tuo viaggio da un anonimo villaggio del Kerala al centro della scena mondiale in ogni campo, da una ragazza del villaggio di nome Sudhamani all’essere affettuosamente conosciuta come ‘Amma, Mata Amritanandamayi’… questo tuo viaggio , che percorre il cammino proclamato dai Veda e illustrato nelle successive scritture come la Bhagavad-Gītā, non ha eguali. Mettendo da parte il conseguimento di un nirvāṇa o mokṣa (liberazione) dalla vita, tu difendi jīvanmukti, lo stato di perfetta consapevolezza ed equanimità, sperimentandolo qui in questo mondo mentre vivi. Rimane un enigma come, attraverso il semplice viśvamātṛtvam, la compassione e il servizio disinteressato, tu sia stata in grado di alzare la voce contro i mali sociali come la tratta di esseri umani, la prostituzione forzata e la schiavitù. Il Vaticano, il Parlamento delle religioni del mondo e le Nazioni Unite ascoltano le tue parole di saggezza su ogni questione scottante. Il mondo può ancora vedere attraverso di te un apostolo di pace che fornisce cibo gratuito, alloggio, assistenza sanitaria, istruzione e mezzi di sussistenza ai poveri, fornendo allo stesso tempo soccorsi in caso di calamità e protezione ambientale al mondo intero. Pensioni a vita alle vedove indigenti e ai disabili fisici e mentali, università multidisciplinari e enormi contributi per pulire il Gange… Questi sono solo alcuni esempi che mostrano come la tua sincera preoccupazione per la società pervade tutte le sfere. Che si tratti di un terremoto o di uno tsunami nell’Oceano Indiano o in qualsiasi altra parte del mondo, rimani sempre in prima linea, alleviando le sofferenze delle persone. Sei la leader spirituale più accessibile, e persino gli scettici devono lottare per trattenere le lacrime davanti a te.
La vice-rettore ha concluso: “In riconoscimento dei tuoi grandi contributi nel campo della spiritualità, dell’educazione, delle questioni ambientali, degli sforzi umanitari, dell’amore e della compassione, la direzione dell’Università KIIT decide all’unanimità di conferire a te il titolo di Doctor of Letters (Honoris Causa), oggi 14 agosto 2021 in occasione della sua 17a convocazione annuale”.
Ad Amma è stato poi chiesto di parlare. Amma ha esordito dicendo che offre l’onore di ricevere la laurea a tutti i suoi figli in tutto il mondo, dicendo: “Qualsiasi piccolo servizio umanitario che l’Ashram è stato in grado di rendere al mondo è dovuto all’amore sincero e alla dedizione dei devoti di Amma. Quindi, Amma offre questo onore a loro e ai loro cuori pieni d’amore”.

Amma ha poi parlato a lungo della sua visione di un’educazione integrale. “Molti di voi sapranno che il vero significato della parola ‘educazione’ è far emergere ciò che è dentro di noi”, ha detto Amma. “L’educazione è ciò che permette di far emergere i propri talenti nascosti. Abbiamo tutti molti talenti, ma di solito non ne siamo consapevoli. Il facchino usa la testa per guadagnarsi da vivere trasportando carichi, mentre lo scienziato usa la testa per fare scoperte e invenzioni straordinarie. Allo stesso modo, tutti abbiamo un potere infinito nascosto dentro di noi. È solo che la maggior parte delle persone non ne ha consapevolezza”.

Amma ha chiesto a tutti di riflettere sul vero scopo dell’educazione. “Senza dubbio il moderno sistema educativo aiuta i nostri figli a perseguire un titolo, fama e ricchezza. Ma questo è tutto ciò che riguarda la vita umana? Lo scopo della vita è solo quello di studiare molti libri, superare concorsi, ottenere una laurea, trovare un lavoro e assicurarsi un reddito? La vita e il vivere non sono la stessa cosa. Per vivere, potremmo aver bisogno di un lavoro, denaro, una casa, un’auto e altre comodità. Tuttavia, queste cose da sole non riescono a rendere la vita completa. Per questo abbiamo bisogno di amore, compassione, tenerezza, un cuore che conosca e risponda al dolore degli altri. Abbiamo bisogno di apertura mentale e maturità nel pensiero e nell’azione. L’educazione dovrebbe diffondere la luce dentro e fuori. L’educazione deve sviluppare ugualmente discernimento e contemplazione. Dovrebbe sviluppare la curiosità di conoscere il mondo interno tanto quanto lo fa per conoscere il mondo esterno. L’istruzione dovrebbe insegnarci a tenere aperto il nostro occhio interiore tanto quanto i nostri occhi esteriori. L’educazione dovrebbe infondere consapevolezza e rafforzare il legame profondo tra lo studente e la sua nazione, il mondo, i suoi simili e le altre creature, la Natura e Dio”.
Verso la fine del suo discorso, Amma ha specificato cinque obiettivi che secondo lei gli studenti dovrebbero sforzarsi di raggiungere attraverso la loro istruzione e che le istituzioni educative dovrebbero contribuire a fare acquisire:
1. Guadagnarsi da vivere: sviluppare le conoscenze e le abilità necessarie per ottenere ricchezza, posizione e benessere.
2. Raggiungere la maturità mentale: riconoscere che la salute mentale, la maturità nel controllare i nostri pensieri ed emozioni, è importante tanto quanto la salute fisica ed è perciò altrettanto importante raggiungere questa maturità.
3. Acquisire la formazione per compiere il proprio dovere e ripagare così il debito che ciascuno ha verso la propria casa e famiglia, nonché verso Madre Natura, che ci ha compassionevolmente benedetti con cibo, riparo, sole, pioggia, colline, foreste, fiumi, alberi e frutti.
4. Sviluppare il sentimento di gratitudine, amore e rispetto verso Dio e Madre Natura, e la motivazione a impegnarsi nel lavoro sociale e nel servizio disinteressato che scaturisce dalla gratitudine.
5. Risvegliare la consapevolezza del nostro Sé Interiore e realizzare che: “Io non sono un’entità separata, ma sono una parte di questo universo. Proprio come l’acqua contenuta nelle onde che raggiungono la riva è la stessa acqua che si trova nel mezzo dell’oceano, io sono uno con l’intera creazione”.

La laurea è stata conferita ad Amma alla presenza del Rettore del KIIT, Prof. Ved Prakash; Pro-Rettore, Prof. (Dott.) Subrat Kumar Acharya; e Registrar Prof. Jnyana Ranjan Mohanty, nonché Chief Guest Sri. Dharmendra Pradhan, Onorevole Ministro dell’Istruzione, dello Sviluppo delle Competenze e dell’Imprenditorialità e altri vincitori della laurea honoris causa, il Premio Nobel Prof. Jean-Marie Lehn (Chimica 1987) e Shri Vallabh Bhanshali, Co-Fondatore di ENAM Securities, Fondatore, Fondazione Desh Apnayen Sahayog, Fondatore -Direttore, Università FLAME.
Questa è la terza laurea honoris causa conferita ad Amma. Nel 2019 e nel 2010 le è stato conferito il dottorato ad honorem in lettere rispettivamente dall’Università di Mysore e dalla State University di New York.