∼ dal messaggio di Amma del 10 Maggio 2020

Abbiamo cominciato a vedere il mondo intero come una trattativa d’affari, non come una famiglia. Quando vediamo il mondo da un punto di vista economico o commerciale, sappiamo dare valore solo alla prospettiva di una crescita illimitata. Tuttavia tale crescita non è sempre positiva: le cellule tumorali hanno una crescita illimitata ed è così che uccidono una persona. Analogamente, una crescita che non giova alla società non è positiva: porterà alla distruzione sia la società che l’individuo. Al giorno d’oggi, il nostro atteggiamento è quello di “prendere, prendere, prendere”. In una famiglia di quattro persone ci sono quattro macchine. Alcune famiglie di quattro persone hanno otto macchine. La velocità ha assunto un’importanza primaria. Invece di viaggiare su strada per dieci ore, le persone prendono un aereo per arrivare a destinazione in un’ora. Dal momento che la vita stessa è diventata così frenetica, ora anche la morte ha accelerato.

L’aumento della produzione dei raccolti e la realizzazione di altre invenzioni avevano lo scopo di diminuire la fame nel mondo e le morti che provoca. Pomodori più grossi e alberi di mango ibridi che fioriscono in soli tre anni erano stati creati come risposta alla lotta contro la fame. Abbiamo ideato tecniche artificiali come l’iniettare ormoni per aumentare la produzione della carne, il peso degli animali, ecc. Di conseguenza la gente si nutre con alimenti pieni di tossine. Abbiamo inoltre abbattuto gli alberi, aumentando l’inquinamento atmosferico. Il suolo è stato contaminato con fertilizzanti chimici e la durata del ciclo di vita del terreno è diminuita. Il suolo ne ha talmente risentito che è incapace di assimilare il letame. Le sostanze inquinanti emesse dalle industrie hanno contaminato l’atmosfera e questa è l’aria che respiriamo oggi. I fiumi sono inquinati. In alcune zone, il cloro è stato aggiunto indiscriminatamente all’acqua. Dobbiamo stare attenti: il cloro va aggiunto solo seguendo il dosaggio indicato. Alti livelli di cloro nell’acqua portano al cancro e all’acidosi. L’ambiente è incapace di fornirci l’immunità necessaria. Inoltre neppure ciò che mangiamo ci aiuta ad alzare le difese immunitarie. Questa alimentazione di scarsa qualità e le basse difese immunitarie hanno reso più fragile il nostro organismo. Ai giorni nostri i bambini non riescono a difendersi da un semplice batterio senza antibiotici. Tutto questo è successo in solo pochi anni. Ora si stanno ricercando nuovi farmaci. Il corpo umano si è indebolito.

Prendete l’esempio delle piante ibride: hanno bisogno di essere concimate e protette spruzzandole regolarmente con pesticidi. Se non lo facciamo, verranno facilmente attaccate da insetti nocivi e infestate da piccoli bruchi che le distruggeranno, non avendo più la forza innata per resistere all’aggressione. Mucche ibride, polli ibridi e piante ibride crescono solo in climi favorevoli e anche la temperatura circostante dev’essere regolata. E questi polli necessitano di pollai e mangimi speciali. Le mucche, i polli e le piante nostrane non hanno bisogno di tutti questi accorgimenti per crescere. Anche gli esseri umani stanno diventando simili alle piante e agli animali ibridi. Presto dovremo forse vivere sulla Terra con la bombola dell’ossigeno come chi va sulla luna. Al giorno d’oggi, le persone sono allergiche a qualsiasi cosa.

Che siano piante, fiori, frutti od ortaggi, la natura condivide la sua abbondanza con gli animali e gli esseri umani in maniera eguale. Gli uccelli e gli animali aiutano le piante a spargere i loro semi anche a grande distanza. Gli alberi offrono ombra agli animali e rifugio agli uccelli. I loro escrementi sono il concime organico degli alberi e delle piante. Gli alberi e le piante abbelliscono la Terra con le loro foglie e i loro fiori. In natura possiamo vedere ovunque bellissime scene che esemplificano l’amore, l’unità e l’interdipendenza. Tale comportamento viene chiamato dagli abitanti di questa terra di Bharat (India) con il nome di yajña samskara. La nostra vita su questo pianeta è stata resa possibile grazie allo sforzo congiunto di tutte queste creature. Fiumi, alberi, api, farfalle, lombrichi: ognuno svolge un ruolo nella nostra esistenza. Senza di loro non potremmo vivere. Un aereo non può volare se il motore è rotto, ma neppure se viene a mancare anche una sola vite di fondamentale importanza. Persino la cosa più piccola ha la sua importanza e il suo posto. Tutti questi elementi si sono uniti per crearci e sostenerci.

Se consideriamo la natura come un albero, possiamo dire che le sue radici, i suoi rami, le sue foglie, i suoi fiori e i suoi frutti sono tutti sue creature. L’albero sarà completo solo se è presente ognuno di questi elementi. Se una sua parte viene distrutta, molto presto anche tutte le altre verranno distrutte. Senza la natura, non ci sarà né il genere umano né la sua cultura. Ma anche se non ci fosse il genere umano, la natura continuerebbe ad esistere e a prosperare. Potremmo vedere questa pandemia come un avvertimento da parte della natura che ci dice che dobbiamo trattarla con rispetto e salvaguardarla.

Questo è il tempo in cui gli esseri umani, che si vantano di essere estremamente potenti, si devono confrontare con le loro debolezze. È giunto il momento di rendercene conto. È dovere degli esseri umani proteggere tutte le creature viventi e vedere la natura come nostra madre e tutte le altre creature come nostri fratelli e nostre sorelle. È ora che questa consapevolezza sorga in noi.