Il MAM mobilita soccorsi per gli alluvionati del Bihar

08 settembre 2008 – Ospedale AIMS, Cochin, Kerala

 

Le operazioni di soccorso sono in pieno svolgimento. Ispirati ad agire da Amma, studenti, ashramiti e personale medico dell’AIMS sono al lavoro 24 ore su 24 per prestare assistenza ai milioni di senzatetto nello stato del Bihar, vittime delle enormi inondazioni.

All’ospedale AIMS di Cochin, gli studenti di medicina, il personale e i medici hanno già donato 500 completi di vestiario, ma altri stanno arrivando continuamente. Un gruppo di dieci studenti ha passato la notte scorsa a smistare e imballare indumenti e medicine. Un medico tirocinante ha dichiarato: “Tutti noi vogliamo andare in Bihar per contribuire alle opere di soccorso”.

 

L’ospedale AIMS sta inviando farmaci in grandi quantità, tra cui 20.000 compresse analgesiche e 10.000 per la pressione sanguigna, 150 litri di sciroppo per la tosse e, su richiesta dei medici dell’ashram già attivi in Bihar, medicinali per combattere infezioni fungine, della pelle, e la scabbia.
Insieme alle medicine, stanno arrivando un’ambulanza, una squadra di tecnici specializzati nelle emergenze, e un’unità mobile di telemedicina dell’AIMS. L’ambulanza è completamente attrezzata di defibrillatore, monitor, ventilatori, pompa a siringa, pompa per infusione e pulsimetro.

L’unità mobile di telemedicina è dotata di un elettrocardiografo, di una macchina a raggi X e di laboratori di patologia e biochimica. Saranno mandati anche tecnici di radiologia e di laboratorio. L’unità è in grado di trasmettere all’AIMS, via satellite, immagini eco-doppler a ultrasuoni, per poter consultare tutti gli specialisti dell’équipe medica. La connessione satellitare viene fornita attraverso l’ISRO (Organizzazione di Ricerca Spaziale Indiana).

 

“Oltre a ciò, stiamo portando anche un defibrillatore, un elettrocardiografo, un monitor, un ventilatore, una pompa a siringa, pompe a infusione, un pulsimetro. Siamo in grado di realizzare un intero policlinico e un’unità di cura intensiva”, dice il Dott. Raghavendra, brahmachari al servizio dell’ AIMS.

 

E’ tutto pronto per partire domani, con un treno speciale di quattro carrozze che andrà da Cochin a Patna. Due carrozze servono per trasportare il furgone, una i materiali di soccorso e una i 40 volontari, tra i quali una squadra di operai per costruire dei ripari d’emergenza…”

 

– Tulasi