Monaco di Baviera: Amma, un modello per politici ed economisti

Montessori Biberkor, Monaco di Baviera, 29-30 ottobre – Tour Europeo 2019

Questo è stato il secondo anno che il programma di Amma a Monaco di Baviera si è tenuto alla scuola Montessori Biberkor. Come durante l’anno precedente, gli spazi erano affollati da gente proveniente da ogni parte della Germania per trascorrere i due giorni in compagnia di Amma. Nonostante la pioggia, tutti erano irremovibili nella loro determinazione di rivederla. Dando ancor più l’esempio, i volontari locali hanno affrontato allegramente pioggia, vento e fango per ore, fino alla fine, per aiutare a parcheggiare le auto di chi era venuto a incontrare Amma, guidando con attenzione il pubblico nei singoli posti adibiti e mostrando loro come raggiungere la sala del programma.
I volontari di Monaco di Baviera hanno un modo unico di accogliere Amma nella sala con un benvenuto tradizionale bavarese caratterizzato dai costumi tipici e l’accompagnamento di un’orchestra intera di strumenti musicali classici. I volontari hanno creato un arco ornamentale di ghirlande posto sopra il tappeto di accesso di Amma, dando un tocco di colore gradevole al programma. Il membro del Parlamento Margarete Bause le ha ufficialmente dato il benvenuto nella regione, insieme al console generale indiano Sugandh Rajaram e al vicesindaco di Berg am Starnberger See, Andreas Hlavaty. Parlando per l’occasione Margarete Bause ha affermato: “L’opera di Amma ha un valore immenso, specialmente in un tempo così spesso caratterizzato da odio e violenza, povertà e sfruttamento, da divisione ed emarginazione”. Rivolgendosi direttamente ad Amma, ha continuato: “Amma, attraverso il Suo lavoro Lei ci dona speranza. Lei è un modello di comportamento per molta gente. Sarebbe bello se politici e persone influenti nell’economia La prendessero come esempio. Per me, come donna in politica a difesa dei diritti umani, Lei rappresenta ciò che sancisce il primo articolo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: ‘Tutti gli esseri umani sono per nascita liberi e con uguali diritti e dignità’”.
Il console generale Rajaram ha festeggiato la felice coincidenza in cui Amma si trovava a Monaco durante la festività di Diwali: “Che cosa potrebbe essere di miglior auspicio se non festeggiare Diwali mentre si riceve la benedizione di Amma che continua a diffondere la luce dell’amore e della compassione in tutto il mondo? Il messaggio di Amma è vivere la compassione e ricongiungere l’umanità in modo che regnino la pace e la prosperità in tutto il mondo, cosa che è stata da sempre l’essenza e il principio della cultura e del patrimonio culturale indiano. Questo messaggio è ancor più importante oggi che l’umanità si sta perdendo. Per questo stasera, siamo venuti a cercare l’abbraccio di Amma. Possiamo noi tutti lavorare insieme per la compassione in modo da riunire tutto il mondo insieme”.
Rivolgendosi alla folla, Amma ha ricordato a ciascuno l’impermanenza di ogni cosa, e ha sottolineato l’importanza di reagire con concretezza, focalizzandosi sul bene che ciascuno può fare: “Nell’infinito scorrere del tempo, ciascuna delle nostre vite non è che una bollicina. Può scoppiare in ogni momento. Il nostro prossimo respiro potrebbe essere l’ultimo. Anche il prossimo attimo non è più nelle nostre mani. Per cui, senza perdere tempo in conflitti interpersonali insignificanti, dobbiamo sforzarci di fare il maggior bene possibile. Nella vita di rado le cose vanno secondo i nostri piani e quando questi vanno a rotoli, l’unico modo di mantenere la pace e andare oltre è abbandonarci alla volontà divina”.