Marsiglia: “Amma, la gioia che metti nel nostro cuore, ci rimane per sempre”

Palais des Sports, Marsiglia, Francia, 4-6 novembre – Tour Europeo 2019

Sebbene fosse la prima visita di Amma a Marsiglia in più di vent’anni, un’enorme folla si è riunita al Palais des Sports per l’ottava tappa del suo tour europeo. Un’infinità di sostenitori e amici, dai nuovi arrivati agli zelanti volontari, si è riversata nell’arena con entusiasmo e passione, e ha condiviso momenti preziosi con Amma.
Amma ha ricevuto un formale benvenuto nel Sud della Francia da personalità di spicco, come Frédérick Bousquet, numero uno al mondo di nuoto e attuale rappresentante di Marsiglia, e Monique Robineau, consigliera della presidenza della Regione e della città di Marsiglia. Il famoso scrittore Pierre Lunel, biografo di papa Francesco, ha lanciato, per la gioia dei presenti, la sua nuova biografia di Amma: “Amma, Celle Qu’on Attendait” (Amma: colei che attendevamo).
Durante il lancio del suo nuovo libro, Pierre Lunel ha parlato a lungo dell’esperienza di scrivere di Amma negli ultimi due anni, e di come ne è stato cambiato: “La cosa più eccezionale è che nonostante il libro fosse finito, la gioia non mi ha più abbandonato, come se fosse dentro di me e si fosse costruita la sua casetta. Non sapevo, Amma, che quando metti la gioia nel cuore di un essere umano, questa vi rimane per sempre, non solo temporaneamente ma per tutta l’eternità. Quella gioia non se ne è mai andata via”.
Nelle sue riflessioni, Amma ha parlato del potere dell’amore e della compassione che ci proteggono in questi tempi difficili: “L’amore e la compassione che scaturiscono dai nostri cuori costituiscono il potere che ci conduce alla vittoria. Che cosa ha salvato milioni di vite nei recenti cataclismi naturali? È stato l’amore e la compassione serbati nel cuore delle persone di tutto il mondo. Questa forza distrugge tutte le barriere e lega tutti i cuori su un unico filo. Che questo amore e compassione possano sempre illuminare i nostri cuori”.
Al termine del programma di tre giorni, non appena Amma se ne stava andando dopo aver dato il darshan tutta la notte, la folla era rimasta sempre la stessa, tutti i volontari in paziente attesa di un suo ultimo sguardo, con il cuore pieno di amore e di gratitudine.