Detroit: “Riconoscere la bontà in un’altra persona aiuta a risvegliare la bontà in noi”

Detroit, Michigan, 27-30 novembre – Tour Americano 2019

Una semplice parola spiccava sul retro del palco nella sala: “Amore”. Davanti a questa parola Amma ha tenuto il satsang, cantato i bhajan, e abbracciato tutti coloro che erano giunti per partecipare al programma pubblico, al ritiro, e al Devi Bhava nell’Hotel Marriott al Renaissance Center di Detroit.
Essendo il periodo di feste del Ringraziamento, migliaia di persone da tutti gli USA hanno viaggiato verso il Michigan affrontando un tempo poco clemente, compresi venti forti, neve e pioggia per passare le vacanze con la nostra amata Amma.
A uno dei programmi hanno partecipato anche il senatore Jim Runestat, insieme a Christine Greig e Padma Kuppa, rappresentanti di governo dello Stato del Michigan.
Il senatore Jim Runestad ha parlato per primo: “Namasté. Non so dirvi quanto mi sento bene. Ho sentito molte preghiere nella mia vita ma nessuna mi ha mai colpito così tanto. Ho sentito la storia di Amma… che donna straordinaria! Fare la differenza nella vita di chi soffre in ogni parte del mondo e impegnarsi con tutte le proprie forze al punto di sedere per oltre 24 ore al giorno abbracciando le persone per migliorare le loro vite”.
La rappresentante dello Stato del Michigan Christine Greig ha proseguito: “Che grande onore essere qui a incontrarLa e sentire il calore e l’amore del Suo abbraccio. Grazie davvero. Ciò che abbiamo ascoltato e sentito oggi è l’essenza della forza e del potere dell’amore e della grazia divina che può risolvere molti problemi”.
Padma Kuppa, rappresentante dello Stato del Michigan si è rivolta ad Amma e alla folla con queste parole: “Namasté. È un onore essere qui alla presenza di una leader così incredibile come Amma i cui ideali ispirano tutti al servizio disinteressato e al sostegno di coloro che sono in difficoltà. Amma è giunta dalla mia amata e sacra madrepatria fin qui, in queste terre in cui conduciamo la nostra esistenza. Per molti immigrati come noi, Amma è una guida che ci ispira a continuare a creare pace, secondo il principio di “Ekam sat vipra bahudha vadanti” (“la Verità è una, i saggi la chiamano con vari nomi”, dal Rig Veda) e di “Vasudhaiva Kutumbakam” (che tutti siamo una famiglia), e nel percepirlo qui oggi, mi sento umilmente onorata e grata per il suo abbraccio, che rende il mondo un posto migliore. Grazie”.
Amma ha anche ricevuto una lettera dal governatore del Michigan, Gretchen Whitmer: “A nome dello Stato del Michigan, ho il più grande onore e gratitudine nel darLe il benvenuto nel nostro grande Stato… Ciò che è iniziato come il Suo progetto di diffondere un messaggio di amore e servizio sta ora ispirando migliaia di persone in tutto il mondo, portando una positiva differenza nelle comunità che servite… La Sua opera ha assicurato la salute e il benessere di innumerevoli persone bisognose e ha aperto loro preziose porte di opportunità… “.
In questa occasione, Amma ha detto: “La gratitudine è la capacità di ricordare tutto il sostegno e l’aiuto che abbiamo ricevuto con un atteggiamento di umiltà. È uno stato della mente. Quando riconosciamo amorevolmente la bontà in un’altra persona, questo ci aiuta a risvegliare la bontà in noi stessi. Quando guardiamo indietro alla nostra vita con questo atteggiamento, ci rendiamo conto che dobbiamo così tanto a migliaia di persone. Ci vorrebbero diverse vite per ripagare questi debiti, specialmente verso la natura e soprattutto verso Dio. In effetti, la gratitudine ci giova più di qualsiasi persona. La positività e la bontà che si risvegliano dentro di noi, per mezzo della gratitudine, aiutano a loro volta la società e il mondo intero”.
Amma ha trattato alcuni punti meravigliosi su come coltivare la forza interiore. “Figli, non perdete mai la fiducia in voi stessi. È come un razzo propulsore. Ci aiuta a liberarci dalla schiavitù e dalle impurità della mente e ci consente di raggiungere le vette della spiritualità. È come il carburante che ci dà il potere di andare avanti. Non abbiamo nulla da perdere nel confidare nel potere infinito del Sé, se non la schiavitù della nostra ignoranza”.
Durante la seconda notte del ritiro, ci sono state molte esibizioni culturali tra cui danze tradizionali indiane di volontari di tutte le età. I volontari locali hanno intrattenuto tutti con uno spettacolo teatrale raffigurante la dea Mahatmyam che ha annientato vari demoni in epiche battaglie. Due talentuosi bambini dell’ashram di Chicago hanno quindi guidato tutti nel rap “Pace interiore attraverso la pace nel mondo, pace nel mondo attraverso la pace interiore”.
L’ultima notte c’è stato il Devi Bhava con una preghiera per la pace nel mondo. Amma ha dato il darshan durante la notte e ha finito verso metà mattina. Subito prima di scendere dal palco, ha chiesto di nuovo che tutti battessero le mani e ridessero come bambini innocenti di tre anni con sorrisi gioiosi e luminosi sui loro volti.