INAUGUARAZIONE SALA POLIVALENTE A VALFORNACE: com’è andata

21 dicembre 2019

L’inaugurazione della sala polivalente costruita dai volontari di Amma Italia per gli abitanti del comune di Valfornace (MC) è stato un momento di grande gioia e profonda gratitudine. Molti sono stati i presenti, con famiglie e bambini, gli organi di sicurezza, i rappresentanti dell’amministrazione comunale e i volontari che si sono adoperati per la realizzazione del progetto. Anche frate Roberto era presente e ha voluto esprimere la sua gioia nel partecipare all’inaugurazione di un’opera così generosa e importante. L’evento si è aperto con il discorso del sindaco, dr. Massimo Citracca, che ha ringraziato ripetutamente Amma Italia per aver donato un luogo dove le persone, i bambini, e tutta la comunità possano incontrarsi. Il sindaco ha raccontato ai presenti il momento in cui ha ricevuto direttamente da Amma le chiavi della sala durante il programma a Busto Arsizio. Condivideva lo stupore di aver incontrato un’organizzazione così grande che esprime la sua vicinanza e solidarietà persino a un piccolo comune come Valfornace. Inoltre informava che già per le feste natalizie la sala verrà utilizzata come luogo di incontro e di festa per la comunità e ospiterà momenti di doposcuola per i bambini del paese.
La presidente dell’associazione, Marina Ghezzi, ha condiviso di essere molto felice che l’inaugurazione si sia tenuta proprio nel periodo di Natale, momento dedicato ai doni e all’espressione della generosità e dell’altruismo. Ha citato infatti le parole di Amma “L’albero di Natale simboleggia l’albero della vita. Proprio come l’albero di Natale ha così tante decorazioni, così la nostra stessa vita è stata benedetta da tanti doni, come la facoltà di discernimento, l’amore, la compassione e la capacità di perdonare. Sta a noi usare al meglio questi doni” ed ha ringraziato di cuore i volontari che hanno realizzato la sala permettendo così di offrire un dono prezioso a una comunità che è stata messa in ginocchio dagli ultimi terremoti.
La ex presidente dell’associazione, Patrizia Mercuri, con cui il progetto era nato, e l’ingegnere volontario che ha coordinato i lavori, dr. Matteo Massacesi, hanno espresso l’augurio che la sala possa essere il simbolo con cui ci lasciamo alle spalle un passato di paura, per le ripetute scosse, e di tristezza, per i pochi aiuti ricevuti. La sala rappresenta per le giovani generazioni la speranza che è ancora possibile, oggi e in futuro, incontrare la compassione e l’altruismo.
Frate Roberto ha ricordato come la sala sarà il luogo dove vivere uno degli aspetti fondamentali della vita: la condivisione e la comunione. La sala permetterà infatti agli abitanti di incontrarsi e stare in relazione.
Presente all’evento era anche il ramo verde di Amma Italia, GreenFriends, che ha informato della piantumazione che verrà organizzata proprio a Valfornace. Amma Italia continuerà così, grazie ai volontari verdi, a sostenere questa comunità attraverso azioni di ripristino dell’equilibrio ambientale. Molte delle piante che verranno messe a dimora saranno mellifere, e questo contribuirà ad aiutare le api e la comunità che da anni è luogo di produzione di miele.
Il sindaco ha nuovamente ringraziato i volontari anche per il contributo nel salvaguardare la natura e l’ambiente di Valfornace e così si è espresso: “Il terremoto ci ha portato via tante cose, ma non la nostra natura, di cui dobbiamo avere cura e rispetto. Amma Italia tiene molto all’ambiente e a Valfornace. Ne saremo sempre riconoscenti”. Dopo il taglio del nastro i presenti hanno proseguito la giornata festeggiando in gioia.