22 Mar

Tour indiano: Amma a Delhi

Delhi, 13-16 marzo – Tour Indiano 2018

Trent’anni fa il 15 marzo 1988 alle 6,45 di mattina, Amma arrivava in treno per la prima volta a Delhi. Da allora, Amma ha tenuto 20 programmi distribuiti in varie location della città. Il 13 marzo è stata una giornata memorabile, in quanto Amma ha trascorso mezza giornata al BSF Camp di Delhi dove 1000 giovani ufficiali hanno ricevuto le sue benedizioni.
Quest’anno, dopo 30 anni dalla prima venuta a Delhi, Amma ha trascorso nella città sei giorni, in due dei quali si celebrava il Brahmasthanam. Durante il festival, Amma ha tenuto un satsang, cantato una serie di bhajan, e ha guidato una manasa puja, dando istruzioni alla folla in hindi. Priyanka Singh Rawat, membro del Parlamento, ha accolto Amma con un caloroso benvenuto: “La presenza di Amma e il suo amore donano a noi così tanta forza e conforto”. Priyanka le ha anche chiesto il suo sostegno e benedizioni per tutte le iniziative che il governo ha intrapreso per rafforzare il Paese, per emancipare le donne e creare una società armoniosa e pacifica.

Consegna del certificato del progetto Jivamritam

Narendra Singh Tomar, ministro per lo sviluppo rurale e miniere, è giunto per dedicare il progetto Jivamritam alla gente del villaggio Nagli Chandi, del distretto Mathura, e ha consegnato il certificato di progetto della prima unità a Ishwar Dayal, capo del villaggio. Gruppi di auto-aiuto sono anche stati promossi negli stati di Haryana, Rajasthan, Uttarakhand, e Uttarpradesh, tramite l’iniziativa di rendere autonome economicamente le donne dei villaggi, alle quali sono stati donati fondi per avviare il lavoro. Amma ha distribuito piantine e semi ai membri di AYUDH, incoraggiandoli a coltivare giardini biologici. La sezione di AYUDH Delhi è oggi impegnata a promuovere e difendere la causa della protezione ambientale e del rinverdimento di Delhi, avendo aderito al piano del Delhi Development Authority (DDA) relativo ai parchi, piantumando e curando alberi.

Consegna delle piante ai ragazzi di Ayudh

Rivolgendosi ai devoti radunati, Amma ha ribadito che, finché non diventiamo capaci di tenere sotto controllo la mente, la sofferenza continuerà ad avere la meglio su di noi. Invece, quando la mente è sotto il nostro controllo, nessun problema o tragedia possono devastarci o paralizzarci. Ciascun pensiero, azione, ed emozione ha la sua vibrazione, ha detto Amma. Amore, desiderio, odio, paura, compassione sono tutte diverse vibrazioni che hanno la capacità di cambiare il mondo intorno a noi. Entrambi i giorni della celebrazione, i bambini dell’Amrita Vidyalayam hanno presentato diversi programmi culturali. I membri di AYUDH hanno anche allestito un punto di ristoro per raccogliere fondi per la loro attività caritatevole. Trovandosi nella capitale, molti personaggi pubblici sono venuti a ricevere il darshan di Amma, che è stata anche invitata a casa del vice presidente dell’India, M. Venkaiah Naidu, dove ha incontrato molti dignitari di Delhi. “Sri Mata Amritanandamayi Devi è di grande ispirazione per la gente che vuole fare qualcosa di buono per la società” M. Venkaiah Naidu ha detto durante l’incontro.
Con la fine della festa e degli incontri di Delhi, si è conclusa la seconda parte del Tour Indiano 2018, ma non i viaggi di Amma, che è partita direttamente per il tour della Malesia e di Singapore, dove stanno aspettando con impazienza il suo arrivo.