La legge della Natura e della Vita è l’amore verso il prossimo

AmritaVarsham 66, Amritapuri, 27 settembre 2019

Estratti dal messaggio di Amma in occasione dei festeggiamenti per il suo 66º compleanno.

Figli, vedendo tutti voi insieme qui oggi, uniti nell’amore, Amma sente come se stesse guardando una ghirlanda fatta di tanti bellissimi fiori di diversi colori. Anche se questo è un momento di festa, quando Amma pensa alle persone sofferenti nelle molte parti del mondo afflitte da guerre, catastrofi naturali, rivolte e violenza, sente molto dolore. Il clima estremo con caldo estivo intenso e pioggia incessante, calamità naturali ed epidemie hanno colpito il Kerala e altri Stati. Gli esseri umani sono come un bambino che guarda il cielo dalla sua finestra e dice: “Questo è il mio cielo”. Riduciamo la Natura e la vita in generale a qualcosa di insignificante. Se potessimo davvero capire la vita, apprezzeremmo la sua grandezza e vedremmo quanto siamo piccoli in confronto.

La Natura è nostra madre
La Natura è nostra madre, infatti la chiamiamo “Madre Natura”. Il pescatore, il cui sostentamento dipende dall’oceano, considera l’oceano come sua madre. Per chi abita nella foresta, la foresta è “Madre”. Per le persone in montagna, i monti e l’area circostante sono “Madre”. È la Natura che nutre e alleva non solo gli umani ma tutti gli esseri del creato. Se ci pensiamo davvero, vedremo che la nostra esistenza dipende sempre dalla Natura, anche prima che la nostra vita fosse concepita come un pensiero nella mente dei nostri genitori, anche quando eravamo solo embrioni nel grembo di nostra madre, e anche dopo la morte del nostro corpo. Quindi, la Natura è madre e padre per noi. È tutto. Siamo i figli della sacra Madre Natura che ha sempre avuto amore e compassione per noi. Noi, invece, l’abbiamo calpestata ovunque e le abbiamo tirato un calcio nel petto. Ora quella madre amorevole si è ammalata ed è esausta.

Quattro epidemie
Nella società vediamo quattro cose che si diffondono come epidemie:
1. La ricchezza sta diventando il più importante dei valori.
2. La bellezza sta diventando più importante della bontà.
3. La velocità sta diventando più importante della direzione.
4. Le macchine stanno diventando più importanti delle persone.
Se smettiamo di dare ai valori morali il posto che meritano, la nostra vita marcirà come un tronco infestato dalle termiti. Ci mancherà il coraggio di affrontare i veri problemi della vita. Questo è il motivo per cui gli antichi rishi (saggi) attribuivano somma importanza al dharma-bodham, la consapevolezza di ciò che si deve e ciò che non si deve fare. È fondamentale avere questa consapevolezza al fine di garantire che tutte le nostre interazioni sociali portino ugualmente beneficio a noi e agli altri.

Consapevolezza del Dharma
I genitori hanno bisogno di coltivare la consapevolezza del dharma (rettitudine) nei loro figli fin da piccoli. Molti genitori oggi mettono uno smartphone nelle mani del loro bambino non appena inizia a piangere. Questo può momentaneamente aiutare a fermare i suoi capricci. Ma se i genitori non riescono a coltivare in lui anche i valori spirituali, potrebbe finire per passare tutta la vita in lacrime. Sono i valori spirituali che danno ai bambini la forza di affrontare e superare tutti i dolori e le difficoltà della vita. I dissensi, le concezioni errate e le azioni indiscriminate dell’umanità che derivano da misere priorità hanno reso la terra e l’ambiente il luogo che sono oggi. Ciò che sorprende è che, nonostante tutte le difficoltà che abbiamo subito, non si producano ancora cambiamenti nella nostra prospettiva o nel nostro comportamento. Tutti abbiamo bisogno di cibo, ma la maggior parte di noi è troppo pigra per coltivare i propri cereali e le proprie verdure. Tutti abbiamo bisogno dell’acqua, ma non ci sforziamo di conservarla o di raccogliere l’acqua piovana. Sappiamo tutti quanto sia importante l’ossigeno, ma siamo troppo pigri per piantare più alberi. Tutti vogliamo essere amati, ma dimentichiamo di dare ai nostri cari il nostro tempo e la nostra attenzione. Vogliamo la pace, ma non ci impegniamo a smettere di evidenziare i difetti altrui.

Il Sé: la nostra vera essenza
Questo universo continua a fluire, seguendo il suo ritmo, la sua armonia e la sua melodia. Pertanto, gli esseri umani devono tracciare il percorso della propria vita secondo la melodia e il ritmo della Natura. Altrimenti, la vita diventerà automaticamente una battaglia. Fino a quando inseguiremo esclusivamente il piacere dei sensi, non saremo in grado di sintonizzarci con il nostro io interiore. Il corpo umano è solo un singolo aspetto della nostra esistenza. La verità ultima della vita è il Sé, la nostra vera essenza. La sua dimora è dentro di noi. Per realizzare ciò, dobbiamo sviluppare una prospettiva spirituale, sviluppare pratiche spirituali ed eseguire buone azioni. A causa delle nostre nozioni preconcette, non riusciamo a vedere le circostanze come sono realmente. Non riusciamo a capire le motivazioni reali dietro alle persone con cui interagiamo. Di conseguenza, non siamo in grado di goderci appieno il momento presente. Quando sviluppiamo una mente aperta, che accetta ogni persona e circostanza com’è, iniziamo a sperimentare veramente la dolcezza della vita.

Crescere è un processo interiore
Ci sono due modi in cui una persona può crescere: invecchiando e maturando. Invecchiare avviene naturalmente, senza alcuno sforzo. Questo vale per gli esseri umani, gli animali e ogni creatura vivente. Maturare, tuttavia, è unico degli esseri umani. Invecchiare è un viaggio verso la morte, crescere e acquisire maturità rappresenta invece un viaggio verso l’immortalità. È un processo interiore. La conoscenza spirituale illumina il percorso di questo viaggio.

La legge della Natura è l’altruismo
Più spazio creiamo per gli altri nel nostro cuore, più felicità proviamo. Più cresce il nostro ego, meno felicità sperimentiamo. La legge della Natura e della vita è l’amore per gli altri. Questo è il motivo per cui le persone che non hanno il controllo del proprio ego ed egoismo non possono godersi la vita con tutto il cuore: stanno cercando di vivere contro la legge della Natura.

I festeggiamenti sono un’occasione per risvegliare e infondere valori
Ciò di cui abbiamo bisogno non sono i festeggiamenti che ignorano la cultura, ma quelli che la coltivano. Ogni festa dovrebbe diventare un’occasione per risvegliare e infondere valori nella società.
Possano gli occhi dei miei figli intenerirsi di compassione. Possano le vostre teste chinarsi con umiltà. Possano le vostre mani impegnarsi in azioni disinteressate. Possano le vostre orecchie essere sempre disposte ad ascoltare le pene di chi soffre. Possa la vostra lingua pronunciare parole di verità e gentilezza. Possano i vostri piedi percorrere sempre il sentiero del dharma.  In questo modo, possa la vita dei miei figli diventare una benedizione per il mondo. È questa la preghiera che Amma offre a Dio.