18 Mag

Spargere odio è più mortale di qualsiasi virus

29 e 30 Aprile, Kochi – Kerala – Tour Indiano 2015

Amma è giunta a Kochi dopo il programma di Trissur. È stata ricevuta con il dono del ‘poornakumbham’ (un contenitore riempito di acqua e foglie di mango e un cocco, il contenitore rappresenta la Madre Terra, l’acqua è colei che dona la vita, il cocco rappresenta la coscienza divina e le foglie di mango simbolizzano la vita, NdT), da parte di Thantri Chennas Dinesan Namboothirippad del Tempio “Guruvayur Sree Krishna”. Centinaia di persone erano già riunite ore prima ad attenderla nella fila per l’abbraccio, vicino al cancello dell’ Ashram. Mentre il camper entrava nell’ashram, Amma in piedi sugli scalini del camper, ha salutato tutti porgendo le mani; ha poi condotto una meditazione e una sessione di preghiera, servito cibo benedetto per cena e intonato canti devozionali.

A darle il benvenuto ufficiale è stato il sindaco di Kochi, Tony Chammany; erano inoltre presenti numerosi funzionari: Hibi Eden, membro dell’Assemblea Legislativa; il giudice Padmanabhan Nair; il giudice PR Raman; il giudice AN Radhakrishnan; Devarajan, presidente del Comune di Maradu; K Babu, Ministro per la Pesca, i Porti e le Accise; Sreelekha IPS, ADGP; e M G Rajamanickam, magistrato distrettuale.

Gli ospiti hanno aiutato Amma a distribuire le borse di studio Vidyamriam, le pensioni Amrita Nidhi e dei semi per la coltivazione biologica.

Il Sindaco Toni Chammany nel discorso di benvenuto ha detto: “Amma è una grande persona che sta mostrando al mondo cosa sia la spiritualità attraverso l’azione e come servire l’umanità attraverso varie attività. Per lei, fede non significa solo muovere le labbra, ma è un attività per aiutare i poveri. Lo possiamo vedere se analizziamo le attività dell’Ashram: ovunque accadano calamità naturali, con il suo tocco compassionevole, il MAM raggiunge qualsiasi parte del mondo.

Il Sindaco di Kochi ha anche ringraziato Amma per sostenere i piani di sviluppo della città: “Siamo venuti da Amma chiedendo un fiore e lei ci ha donato un giardino”.

Il MAM ha sostenuto il progetto della costruzione di servizi igienici per 1200 famiglie che non possono permettersi di installarli a Kochi. Bagni gratuiti saranno costruiti per i meno privilegiati, diretti dalla Kochi Corporation.

“Molte volte il MAM si prende carico di ciò che i governi locali non sono in grado di fare, contribuendo così allo sviluppo della nazione. Ciò dona a noi, rappresentanti del popolo, tantissima forza”, ha dichiarato Hibi Eden, Membro dell’Assemblea Legislativa locale.

Durante il suo discorso, il Direttore Generale della Polizia Sreelekha ha affermato che la nazione dovrebbe riconoscere il servizio di Mata Amritanandamayi conferendole la più alta onorificenza civile, la Bharat Ratna.

Rivolgendosi al pubblico presente, Amma ha detto: “Se l’avanzamento economico di una nazione non va di pari passo con il benessere e la felicità dei suoi cittadini, allora vuol dire che c’è un serio difetto in esso”.

Amma ha enfatizzato il bisogno di uno sviluppo equilibrato che mantenga i valori etici e culturali assieme alla crescita economica.

“Attualmente, il progresso di una nazione si misura basandosi sul prodotto interno lordo, ma il mondo ha incominciato a comprendere che il PIL non riflette la vera crescita”, ha detto, “la crescita economica è solo un fattore. Se i cittadini non sono contenti ci saranno serie fenditure nel processo di sviluppo. I soldi da soli non assicurano la felicità, la quale ha bisogno di valori etici e culturali, altrimenti è come mettere del trucco su un corpo morto”.

“C’è una linea parallela che collega la recente epidemia di ebola e l’odio.”, ha detto Amma, “Il virus dell’ebola che si è espanso su parte dell’Africa, è diventato un incubo per tutto il mondo. Ha spazzato via migliaia di vite umane. Ma il virus dell’odio sta uccidendo molto di più di un’epidemia. L’antidoto dell’odio è dentro di noi: l’amore e la gentilezza”.

“Si dice che l’umanità sia da incolpare per le calamità naturali che stanno accadendo e nello stesso tempo, queste sono un avvertimento affinchè noi possiamo correggerci. La conservazione della natura è uno dei più importanti temi da trattare. Dovremmo assorbire lo spirito di conservazione e i valori della naturale coesistenza delle antiche tribù”, ha aggiunto, “uno dei maggiori contributi dell’India al mondo è stato il concetto del numero “zero”. Dovremmo aggiungere qualcosa di più allo zero: zero povertà, zero rifiuti, zero analfabetismo e zero crimine, ed essere così un modello per tutto il mondo”.

Gli studenti dell’Amrita Institute hanno presentato diversi programmi culturali. Il programma è terminato alle 6 del mattino del secondo giorno.

{phocagallery view=category|categoryid=266|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}