08 Nov

Amma ha ricevuto in Francia, a Tolone, due onorificenze in quanto leader umanitaria e spirituale

Tolone, Francia, 6-8 novembre – Tour Europeo 2017

Stadio Zenith Omega di Tolone

I partecipanti ai programmi di Amma  allo stadio Zenith Omega di  Tolone, nel Sud della Francia, hanno riempito ancora una volta l’arena per tre giorni continui. Si è tenuta una cerimonia speciale per celebrare il trentesimo anniversario dei tour  di Amma in Europa, e il ventesimo anniversario della sua visita nel Sud della Francia. Durante la cerimonia, sono stati assegnati ad Amma due premi per aver dedicato la vita  intera a opere umanitarie e  per il suo ruolo di  guida spirituale.
I soldati dell’Associazione Internazionale della Pace hanno conferito ad Amma la “medaglia d’oro commemorativa per la pace”. Il presidente dell’organizzazione, Laurent Attar-Bayrou, si è rivolto alle migliaia di persone riunite con queste parole: “Come soldati provenienti  da diversi paesi, abbiamo combattuto, con le armi in pugno, per il trionfo della pace, in mezzo ai Caschi Blu delle Nazioni Unite. Oggi affermiamo che la pace duratura può venire solo dai cuori e dalle menti degli uomini. Coloro che stanno lottando al suo fianco, Amma, hanno capito questo. E anche noi. La sua lotta, Amma, è la nostra lotta. Amma, Lei dà significato alla vita, offrendo  speranza a coloro che non hanno nulla. Questa speranza è la vera essenza dell’umanità.  Con lei e attraverso il suo esempio e la sua gioia, il povero scopre la pienezza e il ricco conquista l’umiltà. Interamente dedita alla sua missione, Lei scuote i muri dell’indifferenza. In questa terra, lei semina speranza; da quest’acqua, lei estrae amore. Da questi cieli, lei fa fiorire e risplendere i cuori degli uomini”.

Soldati di Pace

Prima di consegnare il premio ad Amma, Laurent Attar-Bayrou ha detto: “Non siamo pacifisti o guerriglieri, ma uomini pratici. Ci riuniamo per la risoluzione dei conflitti, per i diritti umani, l’istruzione e lo sport. Abbiamo riconosciuto la nostra missione nella sua. Lei è anche una  militante della Pace, e noi  l’accompagneremo nella sua missione d’amore”.
Il secondo premio è stato consegnato da Monique Robineau, delegata del presidente della regione Provence-Alpes-Cote d’Azur con queste parole: “Per me è un immenso piacere essere qui stasera con lei, Amma, e offrirle la medaglia della Provence-Alpes-Cote d’Azur, a nome del suo presidente Renaud Muselier”. Ha poi aggiunto : “Il  suo darshan mi ha permesso di vedere come lei riesca ad asciugare le lacrime di queste persone e dare speranza con l’amore del suo abbraccio. Siamo molto orgogliosi di darle ancora una volta il benvenuto nella nostra terra, che lei ha colmato di tutto il suo amore. In questo mondo scosso da conflitti e crisi che portano al buio e alla paralisi, il suo messaggio e abbraccio portano speranza nei nostri cuori e luce al nostro spirito”.

Monique Robineau, Delegata dal Presidente della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Consegnando ad Amma la medaglia “con tutto il rispetto, la gratitudine e l’amore di questa terra e dei suoi abitanti”, Monique Robineau ha detto: “Questo per tutto il lavoro che ha fatto per le vite di così tante persone. Lei è  l’ambasciatrice dell’amore e della pace nel mondo”.
Alla chiusura della celebrazione del trentesimo anniversario, una sorpresa speciale attendeva Amma: l’intera arena in piedi sventolava cuori di carta nell’aria, mentre nella sezione posteriore dell’arena, direttamente davanti ad Amma, più di 1000 persone,  tenendo in mano fogli di carta bianchi e rossi, in perfetta coordinazione, si sono alzate e  trasformate in un cuore enorme, rosso sullo sfondo bianco.
Un altro momento speciale durante i programmi si è presentato sotto forma di torta. Tre anni fa Amma ha benedetto un progetto per la costruzione di una casa di  accoglienza  per ragazze  giovani in difficoltà e quest’anno, i devoti che hanno creato il nuovo centro hanno portato ad Amma una torta sormontata da un portagioie a forma di rosa. Nel portagioie c’era la chiave della nuova casa di accoglienza che sta per aprire le porte.
…E così l’amore di Amma trova la propria via, come un fiume che scorre, nelle vita di coloro che non hanno mai sentito parlare di lei. Da trent’ anni, questo fiume fluisce inondando i cuori e le menti di tutti coloro che incrociano il suo percorso, e seppure molti  non vi mettano mai piede, vengono toccati da coloro che l’hanno fatto.