25 Apr

Amma inaugura un orfanotrofio in Kenya

14-15 Aprile 2009, Nairobi, Kenya

 

Sei anni dopo la sua prima visita in Kenya, Amma è ritornata per il primo programma ufficiale. Considerata come un ospite di Stato, Amma è stata accolta calorosamente dall’ex-Vice Presidente, Sua Eccellenza Onorevole Moody Awori.

 

Nella conferenza stampa, Amma ha illustrato i suoi progetti in Kenya.  Al suo fianco, rappresentanti della tribù dei Masai erano venuti a esprimere la loro gratitudine per la sua visita. Gli operatori del servizio forestale del Kenya hanno portato un ghepardo adulto rimasto orfano dopo appena due settimane dalla nascita, e Amma l’ha coccolato un po’.
I programmi pubblici si sono tenuti nel tempio SSD. La folla convenuta era formata da un insieme di diverse culture, tribù, gruppi religiosi e nazionalità. Al suo arrivo, ballerini di danze tradizionali le hanno dato il benvenuto esibendosi colmi di gioia ed entusiasmo.

 

Amma è stata accolta ufficialmente in Kenya dal Dott. Ketan Shukla, Alto Commissario Deputato indiano che ha detto: ” Sono certo che dopo la visita di Amma, nel Kenya tornerà la pace”.

Il noto avvocato e difensore dei diritti umani Dott. P.L.O Lumumba nel suo discorso appassionato ha sottolineato l’opera umanitaria di Amma e la benedizione che il paese riceve dalla sua visita. Applausi scroscianti hanno sottolineato le sue dichiarazioni: “Raramente nella storia di questo paese abbiamo conosciuto una personalità di questo calibro. Siamo qui per festeggiare e rendere omaggio alla personificazione dell’amore; veniamo qui a chiederci se ci sia amore nei nostri cuori. So che tutte le religioni credono negli Avatar, e io ho il sospetto, Madre, che tu sia un Avatar. Il tuo generoso desiderio e l’azione disinteressata di aiutare 54 giovani kenioti, le cui famiglie ti sono totalmente sconosciute, sono il tuo più grande testamento e la prova del tuo impegno verso l’umanità”.

 

Anche la Signora Naomi Cibi, Direttrice Generale di Kenya Film Corporation, ha ringraziato Amma per tutti i servizi sociali che, grazie a lei, le persone si sono già sentite ispirate a realizzare in Kenya: “Ho osservato ciò che Amma fa nel mondo e ho scoperto che ha un solo messaggio: amore e compassione”.

 

Le donne della tribù Masai hanno agghindato Amma con le loro tradizionali insegne di perle bianche e blu, incoronandola come una Anziana della tribù.
La biografia di Amma in Swahili è stata presentata dall’Alto Commissario Deputato Shukla al Dott. Lumumba.
I piccoli ospiti della “Casa dei Bambini” di Kabete – un orfanotrofio in cui ogni settimana, negli ultimi cinque anni, i devoti di Amma sono stati i coordinatori della distribuzione dei pasti – hanno dato il benvenuto ad Amma cantando il suo bhajan “Amma, Amma, Amma”.

Amma ha inaugurato l’Amrita Watoto Boma, o “Casa dei Bambini Amrita”. Questo orfanotrofio, che si estende per 11 acri sulle rive del fiume Athi, ospiterà 108 bambini offrendo loro un tetto, cibo, assistenza sanitaria e istruzione. Nel corso della cerimonia Amma ha distribuito nuovi abiti e materiale scolastico ai primi 54 bambini tra i 6 e i 14 anni, che ora vivono nell’istituto.
Dopo il discorso spirituale di Amma e i canti devozionali, la giornata è proseguita con il programma culturale che includeva, oltre a danze indiane, altri canti offerti dai bambini dell’orfanotrofio.

 

Il secondo giorno di programma a Nairobi, Amma è stata accolta e salutata da Kassanga Mulwa, Funzionario dell’Alta Corte di Giustizia, e dall’Ambasciatrice brasiliana in Kenya, signora Ana Maria Sampaio. Amma ha presentato il secondo dei suoi nuovi progetti umanitari in Kenya, quello relativo  a 54 borse di studio per altrettanti bambini kenioti. In questa occasione i primi 20 studenti hanno ricevuto il certificato dalle sue stesse mani. Le borse di studio del valore di 24,000 scellini per studente saranno sufficienti per coprire il costo degli studi per un anno intero.
I membri di AYUDH Kenya, il ramo keniota dell’organizzazione internazionale della gioventù di Amma, sono stati i primi a donare dei libri alla biblioteca dell’orfanatrofio. Durante il programma, Amma ha benedetto i semi che saranno piantati nell’orto dell’istituzione così come un certo numero di piante di tulasi per GreenFriends del Kenya.

Dopo il discorso spirituale e i canti devozionali, c’è stata una rappresentazione culturale proposta dall’area Maringo di Nairobi, dove i membri AYUDH si sono uniti recentemente ai giovani locali per coordinare una giornata dedicata alla pulizia ambientale. Oltre ai tamburi, ai canti e alle danze, si è esibito sul palco un gruppo di giovani acrobati, gli Zam Zam, che hanno mostrato la loro incredibile abilità.
Il culmine dei programmi culturali è stato l’intervento spettacolare di Eric Wainaina, Ambasciatore di Pace delle Nazioni Unite, considerato da molti il più importante musicista africano del momento. Mr. Wainaina aveva incontrato Amma per la prima volta 7 anni fa e sostiene di essere stato ispirato profondamente dal suo incontro.

 

Alla fine del darshan, Amma ha visitato una struttura che era stata esposta davanti alla hall a dimostrare come diventerà il luogo in cui si costruirà l’orfanotrofio. Amma ha fornito molte istruzioni dettagliate su come si dovrà organizzare e amministrare l’orfanotrofio, dando anche indicazioni su come migliorare la struttura dei letti.
Prima di lasciare Nairobi, Amma ha visitato un piccolo ospedale locale e in particolare il reparto maternità,  dove ha baciato i piccoli venuti da poco al mondo.
– Tulasi

 

Guarda il video: