Amma dona centomila rupie alle famiglie delle vittime dell’inondazione

17 agosto 2019

Amma ha annunciato che il Mata Amritanandamayi Math donerà centomila rupie alle famiglie delle vittime del monsone che sta inondando il Kerala.
“Il mio cuore va alle famiglie che hanno perso i loro cari,” ha dichiarato Amma. “Prego Dio che queste famiglie possano ritrovare la fiducia e raggiungere la pace e la prosperità. Dobbiamo tutti porgere la mano a chi è in difficoltà, con compassione e spirito di servizio. Solo facendo fluire amore e compassione dai nostri cuori potremo aiutare la società di oggi”.
Secondo Amma, la causa delle recenti inondazioni sono il disboscamento indiscriminato e tutti gli abusi dell’uomo sulla natura. Il Mata Amritanandamayi Math ha istituito l’Amrita Help Line, un centralino di soccorso presso il campus dell’Università Amrita di Amritapuri. A rispondere alle telefonate sono giovani volontari del gruppo giovanile del Math, l’Ayudh. Telefonando al numero 0476 280 5050 le vittime dell’inondazione possono chiedere e ottenere aiuto.

Al lavoro presso la linea di assistenza telefonica Amrita aperta 24 ore su 24.

Durante l’inondazione del 2018, sempre nel Kerala, i volontari dell’Amrita Help Line hanno ricevuto più di 25.000 chiamate, mettendo in contatto più di 100.000 vittime dell’inondazione con i servizi di soccorso, gli enti governativi, la Marina Militare, la Protezione Civile, la Polizia di Stato del Kerala, i vigili del fuoco e altre associazioni di volontariato. Il Math invita anche a scaricare da Google Play la app Amrita Kripa, anch’essa un valido strumento d’aiuto. L’app ha varie funzioni, a disposizione di vittime e soccorritori, per trovare aiuto e interventi medici, la fornitura di abiti e medicinali, il ripristino delle forniture idriche, elettriche, dei servizi telefonici.
L’ashram di Amma ha aperto centri di accoglienza in varie località in tutto il Kerala e sta conducendo missioni di soccorso a Wayanad, Idukki e altri distretti. Il Math ha condotto iniziative e azioni analoghe anche per l’inondazione dello scorso anno, donando inoltre più di 100 milioni di rupie in favore delle vittime.
Il Mata Amritanandamayi Math si occupa di catastrofi naturali fin dal 2001, e finora ha donato oltre 4,75 miliardi di rupie. Tra gli eventi per cui ha prestato soccorso ricordiamo le inondazioni di Chennai (2015), Jammu-Kashmir (2014), Uttarakhand (2013), Karnataka e Andhra Pradesh (2009), Bihar (2008), Gujarat (2006), Mumbai (2005). Il Math ha inoltre fornito aiuti umanitari e risanamento per il terremoto in Nepal (2015), il tifone Yolanda nelle Filippine (2013), il terremoto/tsunami in Giappone (2011), il terremoto di Haiti (2010), il ciclone Aila nel Bengala Occidentale (2009), l’uragano Katrina negli USA (2005), il terremoto Bhuj nel 2001 e lo tsunami dell’Oceano Indiano nel 2004.