bagolaro
02 Giu

Bagolaro – Spaccasassi

Celtis Australis
(famiglia delle Ulmacee)


Tenacia
Semplicità
Parsimonia
Originario del bacino del Mediterraneo fino all’Asia occidentale.

 

 

bagolaro Può prosperare fino a 500 anni di vita. Raggiunge anche 25 metri di altezza.

Ha una chioma ampia, densa ma leggera.

Il tronco è dritto e robusto, ricoperto da corteccia liscia e di un grigio luminoso.
Le foglie lanceolate, di un verde intenso, cadono nel tardo autunno.
Il frutto è una piccola drupa rotonda appetita dagli uccelli e contiene un seme ricco di sostanze oleose.
Il suo nome popolare (spaccasassi) indica la capacità di crescere su terreni poveri e di insediarsi tra le rocce che frantuma con le sue radici.
Il suo legno è bianco-grigiastro, resistente e flessibile; venne impiegato, soprattutto in passato, per costruire ruote e manici.

Dalla corteccia si estrae una sostanza tintoria gialla.

Nei primi anni del ‘900 ebbe grande notorietà e fu piantato diffusamente nelle città per realizzare viali alberati molto resistenti all’inquinamento atmosferico.

 

semi di bagolaroSemina il BAGOLARO in un vaso e sistemalo in un luogo luminoso anche all’aperto.

Annaffia con moderazione solo quando la terra è secca.

La piantina resiste anche alle basse temperature e non ha particolari esigenze di terreno.

In un anno il piccolo albero, sostenuto da un tutore che lo difende dal vento e dagli urti, potrebbe già essere trapiantato in piena terra.