16 Mag

Posa della prima pietra per l’ospedale Amrita da 2.000 posti letto nell’area metropolitana di Delhi

9 maggio 2016, Faridabad, Stato di Haryana, India

Il primo ministro dello Stato di Haryana, Manohar Lal, ha posato oggi la prima pietra del nuovo Istituto di Scienze Mediche e Centro di Ricerca Amrita (Ospedale Amrita) del Mata Amritanandamayi Math nella periferia di Faridabad (area metropolitana di Delhi). La cerimonia si è svolta alla presenza di Swami Amritaswarupananda Puri, vice presidente del Mata Amritanandamayi Math. Il ministro dell’Unione Indiana per la giustizia sociale e lo sviluppo, Krishnan Pal Gurjar, e moltissimi altri dignitari hanno presenziato all’evento.

 

Possa questa istituzione essere sia un ospedale che un tempio
Swami Amritaswarupananda ha accolto i dignitari con una dichiarazione di Amma: “La compassione è sia l’inizio che il culmine della vita spirituale. Possa questo nuovo ospedale diventare una dimora a servizio dell’umanità e un luogo di conforto per i malati. Possano tutti coloro che sono coinvolti nella costruzione di questa istituto avere un approccio amorevole e compassionevole per tutto ciò che fanno, in tutti i loro rapporti. Possa questa istituzione essere sia un ospedale che un tempio, dove si offre la guarigione interna ed esterna”.

 

 

Amma, esempio splendente di una santa al lavoro per i poveri
Il primo ministro di Haryana ha elogiato Amma e le sue opere di carità, dicendo: “L’India ha una lunga tradizione di santi che lavorano per le riforme sociali e aiutano i poveri. Mata Amritanandamayi ne è un brillante esempio; è l’incarnazione dell’amore e della compassione, e lavora instancabilmente per il bene di tutta l’umanità considerando il servizio ai poveri come la più grande forma di culto. In tutto il mondo la sua organizzazione sta prestando un servizio eccezionale nel campo dell’istruzione e della sanità. Mi congratulo con i cittadini di Faridabad e con quelli di Haryana per aver deciso di costruire un ospedale specialistico con 2000 posti letto. Ne beneficerà non solo questa città industrializzata, ma anche le regioni circostanti, come Delhi, Palwal, Mewat e diversi distretti dell’Uttar Pradesh”.

Durante la cerimonia, Sri. Krishnan Pal Gurjar ha presentato un modello in scala dell’Ospedale Amrita.

 

 

“Con una struttura pianificata per 2.000 posti letto, l’Istituto di Scienze Mediche e Centro Ricerche Amrita è destinato a diventare il più grande ospedale dell’area metropolitana di Delhi”, ha detto Sri. Satyananda Misra, ex commissario capo per l’informazione in India, che assumerà il ruolo di direttore esecutivo del nuovo ospedale.

L’ospedale sarà costruito per disporre delle certificazioni “GRIHA” e “LEED”, ossia un edificio ecosostenibile, senza emissioni di anidride carbonica, con scarico di acque reflue pari a zero e alimentato a energia solare per oltre il 45%. Anche i materiali da costruzione impiegati nel progetto saranno ecologici. Più del 70% della superficie del campus sarà occupata da una zona verde, ricca di varietà locali di alberi, piante e arbusti, bacini e corsi d’acqua. Questa modernissima struttura sanitaria si svilupperà su oltre 400.000 metri quadri nel Settore 88, periferia di Faridabad.