12lpg

Giustizia lenta è giustizia negata

4 ottobre 2012

Chala è una piccola cittadina nel distretto di Kannur in Kerala che recentemente è stata testimone della catastrofica esplosione di una cisterna di gas GPL. All’empatia per le vittime si è aggiunto il ricordo di un episodio analogo, accaduto in passato a Karunagapalli (città non lontana da Amritapuri). Dopo un mese esatto, le vittime di Chala si sono ritrovate da Amma. I parenti delle vittime hanno ricevuto dal MAM (la ONG di Amma in India) un aiuto economico di 100.000 rupie (circa 1470 euro, ndt ) per curare i feriti e supplire alle loro necessità economiche.

 

12lpg
Il Presidente Panchayath (forma di governo locale, ndt) di Chala, Sig.Raveendran è rimasto particolarmente colpito dall’amore e dalla compassione di Amma verso queste persone. “Siamo abituati ad avere l’abbraccio di Amma nelle sue visite a Kannur, ma oggi abbiamo avuto prova veramente della sua generosità .

Quando accadono disastri, i governi fanno facilmente delle promesse, ma altrettanto facilmente non le mantengono. In questo, Amma è diversa. “Per la prima volta ci è stato offerto un aiuto, anziché doverlo chiedere. La risposta del Math (ONG di Amma in India ndt) è stata veloce, diretta e senza alcun ritardo burocratico. Le vittime possono ricevere gli aiuti personalmente”, ha detto il Sig. Abdul Sathar.”A un mese dal disastro, stare con Amma e partecipare alle celebrazioni per il suo compleanno è stata la cosa più bella che potessero chiedere.”

Rethi, parente di una vittima, non riusciva a esprimere i suoi sentimenti per essere ad Amritapuri in questo giorno: “Non c’è bisogno di dire nulla di più riguardo ad Amma, l’intero mondo la conosce e la ama. Anche se sono triste, sono felice di aver avuto l’opportunità di incontrarla e di sentire la sua dolcezza”. Secondo Preetha, tutto ciò che desidera è poter continuare a vederla. Alcuni parenti non erano in condizione di comunicare, ma alcuni di loro stanno lentamente guarendo.

Conforto tra le braccia di Amma
Il tremendo incidente verificatosi nella fabbrica di fuochi d’artificio di Sivakasi, nel Tamil Nadu, ha mutilato e spaventato per tutta la vita centinaia di persone. I parenti delle vittime hanno ricevuto conforto tra le braccia di Amma. Il Math ha elargito circa 100.000 rupie (circa 1470 euro, ndt) per aiutare le vittime dell’incendio. (Leggi articolo)

Ogni famiglia con un congiunto ferito ha avuto diritto a questo sussidio.

Alcuni membri delle famiglie colpite hanno partecipato e ricevuto i sussidi durante i festeggiamenti per il 59° Compleanno di Amma, ad Amritapuri. Per le famiglie questa è stata un vero conforto dopo un lunghissimo tragico tunnel.

12sivakasi
Shaktivel che nutre grande rispetto per Amma ha detto:”Amma è sempre pronta ad aiutare le persone in difficoltà come noi. Sarò eternamente grato ad Amma, noi tutti cittadini di Sivakasi le offriamo la nostra sentita gratitudine.”

Raman, parente di un’altra vittima, è felice del sussidio ricevuto da Amma. Un suo familiare è gravemente ferito, ha riportato ferite al fegato e fratture multiple a una mano. Per le persone che vivono in un piccolo villaggio  i costi ospedalieri sono insostenibili e Raman non aveva proprio idea di come fare. Ma ora con l’aiuto di Amma la sua felicità va oltre le parole.  “Non riesco a esprimere ciò che provo, posso solo augurare che Amma viva a lungo. ”

Shankareshwari, madre di due bambini ha commentato con entusiasmo: “Mi sento fortunata ad aver incontrato Amma, il mio cuore è colmo di felicità. Quando mi ha sorriso, ho provato fiducia dopo molto tempo, ora mi sento più forte. Ringrazio Amma per tutto il suo supporto”. Shankareshwari si sente così toccata dall’amore di Amma, che non vede l’ora di condividere la sua esperienza con gli abitanti del villaggio.

Il mondo di queste persone è crollato improvvisamente e si stanno riprendendo solo ora dalle perdite subite. Si sentono come aquiloni il cui filo si è spezzato. Anche se nei loro occhi si legge il dolore, la vicinanza di Amma ha portato grande speranza e conforto.