“Padre nostro”: un musical sulla vita di San Francesco

24 dicembre 2014, Amritapuri

La sera del 24 dicembre, l’ashram di Amritapuri ha celebrato il Natale alla presenza di Amma con un musical sulla vita di San Francesco d’Assisi e di due dei suoi più cari amici, Padre Silvestro e Santa Chiara.

 

All’allestimento dell’opera, intitolata “Padre nostro”, hanno partecipato più di 170 persone, tra residenti dell’ashram e visitatori provenienti da oltre 15 nazioni. Tutto quanto utilizzato durante la rappresentazione, dai costumi alle scenografie alle marionette, è stato realizzato a mano dai volontari.

Il musical ha narrato alcuni episodi della vita dei tre protagonisti, mostrando l’importanza che la preghiera ha rivestito nella loro vita e facendoci comprendere quanto essa ci possa aiutare nel nostro percorso spirituale. San Francesco, Santa Chiara e Padre Silvestro ci hanno mostrato come una persona “comune” possa rinunciare ad una vita materiale per iniziarne una incentrata su Dio, dedicandosi completamente alla realizzazione di ideali quali l’umiltà, la compassione, il perdono e l’amore incondizionato.
I versi del “Padre nostro” ripetuti durante il musical ci hanno fatto capire che gli aspetti fondamentali della preghiera sono rimasti invariati nel corso dei secoli: oggi come allora, chi prega lo fa per essere guidato lungo il sentiero spirituale e per far sì che la conoscenza, la grazia e la forza interiore lo aiutino a superare tutte le avversità della vita.

 

E davvero interessante è stato notare che quella stessa sera, durante il suo discorso di Natale, anche Amma ha affrontato il tema della preghiera e della sua importanza nella vita spirituale.

Il musical, durato circa 90 minuti, è stato recitato come un’offerta d’amore ad Amma e alle migliaia di persone che affollavano la sala. Il pubblico ha assistito alla rappresentazione incantato dalle bellissime coreografie, dalle musiche commoventi e dalle trovate artistiche come le numerose marionette a forma di uccelli che volavano sul palco. Meraviglioso è stato anche il finale, quando, tra la gioia e lo stupore del pubblico, tantissimi fiori bianchi, talmente ben fatti da sembrare veri, sono piovuti sul palco, proprio come quando Amma ci chiede di pregare immaginando che bianchi fiori di pace cadano dal cielo ricoprendo il mondo intero.

A testimonianza di quanto la rappresentazione sia stata apprezzata, l’inchino finale degli attori è stato accolto da una vera e propria ovazione di tutto il pubblico in piedi ad applaudire ed esprimere ad alta voce il suo apprezzamento.

 

 

{phocagallery view=category|categoryid=231|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}