05 Lug

“Lo Yoga ci aiuta a riconnetterci con la natura e con Dio”

21 giugno 2015


Messaggio di Amma in occasione della prima Giornata internazionale dello Yoga


“Oggi si celebra la Giornata internazionale dello Yoga. In passato, non era necessario scegliere un giorno speciale per praticarlo, perché lo Yoga era parte integrante della vita. Purtroppo ora ne abbiamo bisogno, per ricordarlo, così come abbiamo bisogno di un giorno per ricordare nostra madre e nostro padre.

 

 

Un tempo le persone, dopo il risveglio mattutino, si inchinavano a madre terra e rivolte verso il sole intonavano preghiere eseguendo il Surya Namaskaram (posizione del saluto al sole, ndt). Per l’intera durata della sessione, si esponevano ai raggi del sole nascente. Oggi, in molti paesi, su dieci persone, almeno sei o sette sono carenti di vitamina D. Si ipotizza che questo sia uno dei fattori scatenanti di malattie come l’Alzheimer e altri tipi di demenza. Alcuni potrebbero obiettare che, anche fra chi registra livelli di vitamina D nella norma, si contrae il morbo di Alzheimer. Questo è senz’altro vero, ma la ricerca ha dimostrato che la maggior parte di coloro che soffrono di tale malattia è carente di vitamina D. Si pensa che la mancanza di vitamina D sia anche causa di depressione,  il che spiegherebbe come mai i disturbi depressivi siano più frequenti nei paesi che godono di ridotta luce solare.

Lo Yoga preserva bellezza, integrità fisica ed equilibrio mentale. Aiuta a ridurre il colesterolo mantenendo il cuore in salute. Aumenta la robustezza delle ossa, aspetto particolarmente importante, vista la forte crescita dell’incidenza di artrite e osteoporosi, e contribuisce anche al miglioramento della memoria.

È importante esercitarsi per almeno dieci minuti al giorno, esponendosi alla luce solare. Oggi, ci si sposta dall’ambiente domestico con aria condizionata, all’auto con aria condizionata, e infine all’ufficio con aria condizionata, esponendosi molto poco all’ambiente naturale”.

Alcuni riferiscono ad Amma di aver acquistato un’auto da 50.000 dollari per il proprio figlio, il quale poi la utilizza per percorre i tre chilometri che lo separano dalla palestra, dove un abbonamento annuale costa circa 1000 dollari. Bizzarro, ma abbastanza comune.

Sarebbe molto più produttivo raggiungere la palestra a piedi. Se le persone camminassero nel parco per tre chilometri, o anche meno, non avrebbero bisogno di spendere tanti soldi, farebbero lo stessa quantità di esercizio fisico, se non di più, respirerebbero aria fresca, prenderebbero il sole e, in una parola, sarebbero più sane.
E non solo questo, ma risparmierebbero anche carburante, con conseguente riduzione delle emissioni nocive, contribuendo così alla salvaguardia dell’ambiente. Anche gli eccessi, però, sono un problema. Molte persone nei paesi tropicali sono colpite da insolazioni e cancro della pelle. È necessario trovare un equilibrio.

 

 

Lo Yoga crea anche potenti vibrazioni spirituali che influiscono positivamente sia su di noi che sugli altri. È come entrare in una fabbrica di profumi. Anche dopo esserne usciti, avvertiremo una gradevole fragranza che ci accompagnerà, piacevole sia per gli altri che per noi. Quando pratichiamo lo Yoga con piena consapevolezza, ogni singola cellula del nostro corpo viene purificata.

Lo scopo dello Yoga è il nostro benessere interiore. Questa disciplina non appartiene a nessuna fede o religione in particolare. Ci è stata trasmessa dagli antichi veggenti per il bene dell’umanità. Lo Yoga aiuta a riconnettersi con la natura e, infine, diventiamo una sola cosa con Dio. “