13new-01
06 Gen

Messaggio di Amma per il 2013: “Facciamo un piccolo passo avanti. Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo.”

1 gennaio 2013
Amritapuri, India

I festeggiamenti per il nuovo anno sono iniziati la sera della vigilia con una serie di esibizioni artistiche. Il programma si è aperto con una danza tradizionale indiana, a cui è seguita l’esibizione di una donna che, accompagnata da un chitarrista, ha cantato una versione in francese del bhajan (canto devozionale, ndt) “Anbumiku chinthaikalal maalai thoduthen”, composto originariamente in lingua Tamil. Poi è stata messa in scena un’altra danza tradizionale dell’India, seguita da una spettacolare danza del fuoco. I giovani volontari di Ayudh International hanno concluso lo spettacolo con un grazioso e incantevole balletto sulle note di “We are the world”.

 

Palloncini colorati fluttuavano nell’aria e, ogni volta che uno di questi veniva colpito, grida di gioia risuonavano nella sala.

Terminate le esibizioni, Amma ha guidato tutti nella ripetizione di “Lokah Samastah Sukhino Bhavantu” (“Che tutti gli esseri dell’universo siano felici”, ndt), chiedendo ad ognuno di immaginare fiori di pace cadere giù dal cielo sopra bambini festanti.
Intanto, in lontananza, si udivano i fuochi d’artificio degli abitanti del villaggio.

13new-01

Poi Amma ha pronunciato il suo messaggio per il nuovo anno, che è stato tradotto in inglese.
“Ogni esperienza ha qualcosa da insegnarci. La vita è una grande maestra, perché ci sottopone a molte prove, dalle quali noi possiamo imparare tante lezioni. Possiamo trarre ispirazione dalle esperienze dell’anno appena trascorso, possiamo imparare dai nostri errori, correggerli e progredire.

 

Oggi i giovani studiano solo per trovare un buon lavoro. Non hanno un vero desiderio di imparare, né di crescere come persone. Si sentono dire continuamente “studia, studia, studia”, ma oltre a ciò avrebbero bisogno anche di essere educati con valori positivi. Se questi valori non vengono instillati in loro quando ancora sono piccoli, il mondo sarà popolato solo da esseri demoniaci. Non esisteranno angeli sulla terra, ma neanche esseri umani. Ai bambini di oggi mancano quei modelli comportamentali che invece avevano le precedenti generazioni.

 

L’arrivo del nuovo anno è un’occasione per riflettere sul trascorrere del tempo. E’ in questo momento che diveniamo consapevoli del valore del tempo. La verità è che la morte ci segue come un’ombra fin dal giorno in cui siamo nati. Ma, prima che ci sovrasti, ci sono alcune cose molto importanti che dobbiamo portare a termine. Qual è il senso di questo viaggio che è la nostra vita? Qual è il nostro obiettivo? Ci stiamo muovendo nella giusta direzione o abbiamo perso il sentiero? E’ giunto il momento di riflettere su tutto ciò e prendere con determinazione alcune decisioni.

 

Anche il viaggio più lungo inizia con un piccolo passo. Proviamo tutti a dare il benvenuto al nuovo anno apportando qualche piccolo cambiamento nella nostra vita. Se riusciremo a farlo, entreremo in una nuova era di amore, compassione e altruismo. Preghiamo con sincerità e dirigiamoci tutti assieme, come un’unica entità, verso lo stesso obiettivo.”

 

Terminato il suo discorso, Amma ha invitato tutti a battere le mani in coppie sul ritmo del bhajan “Bandalo Bandalo”. Poi è stata la volta di “Dao Dao Dao”. Infine, circondata da bambini che tenevano ancora stretti a sé i loro palloncini, Amma ha cantato una canzone tradizionale del Kerala. L’atmosfera era colma di gioia e beatitudine. Ad un certo punto Amma ha avvicinato le mani al microfono e ha improvvisato una sessione di beatboxing (tecnica musicale che consiste nell’imitare i suoni delle percussioni con la propria voce, ndt). Tutti i presenti ballavano e battevano le mani a ritmo. Presto hanno perso la cognizione del tempo ed avrebbero continuato per l’eternità…

 

Migliaia di braccia si sono alzate al cielo quando Amma, a conclusione della serata, ha più e più volte urlato “Mata Rani Ki… Jai!”.

 

Il nuovo anno non poteva iniziare meglio!
Possano tutti i nostri giorni essere colmi di tale gioia e beatitudine.

 

 

{phocagallery view=category|categoryid=151|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}