Pagina principale Chi siamo Amma L’umanità è diventata un disastro ambulante; cerchiamo piuttosto di sviluppare la compassione
L’umanità è diventata un disastro ambulante; cerchiamo piuttosto di sviluppare la compassione

27 settembre 2016, Amritapuri
Amritavarsham 63 – Celebrazioni per il 63° compleanno di Amma


Estratto del discorso tenuto da Amma in occasione delle celebrazioni per il suo compleanno.

 

Prendere più del dovuto e poi sprecarlo è Adharma
“Uno dei principali problemi che l’umanità sta affrontando oggi è quello della tutela ambientale. Se solo imparassimo a vivere come facevano i nostri antenati, riusciremmo a risolvere facilmente questo problema. Al tempo dei nostri antenati, la questione della tutela ambientale non si poneva proprio, perché era il loro stesso modo di vivere a garantire la salvaguardia della natura. La protezione dell’ambiente era insita nello stile di vita, nella cultura e nelle usanze di quel tempo. La riverenza e il rispetto per la creazione e per tutti gli esseri erano parte integrante della loro vita. L’idea di dover prendere dalla Natura solo il necessario, senza sfruttarla né distruggerla, era profondamente radicata in loro. Oggi, invece, vediamo persone abusare della Natura e dei loro simili senza alcun limite, spesso distruggendo perfino se stesse. Prendere più del dovuto e poi sprecarlo è Adharma (atteggiamento scorretto, n.d.t.). Un orologio da 1.000 rupie e uno da 100.000 rupie ci permettono entrambi di sapere l’ora, ma se ci accontentiamo di quello da 1.000 rupie, possiamo usare i soldi risparmiati per i poveri e i bisognosi.”

 

 

La piaga del terrorismo
“Il terrorismo è diventato uno dei flagelli del nostro tempo. La nostra società non ha più pace. Secondo le statistiche, solo nel 2016, ci sono stati circa 1.200 attacchi terroristici su grande scala in varie parti del mondo. Oggi la realtà è peggio del nostro peggiore incubo.”


“Le calamità naturali magari non sono sotto il nostro controllo, ma almeno abbiamo la tecnologia che ci avverte quando stanno per succedere. Quello che invece la scienza non è ancora riuscita a fare è inventare qualcosa che ci avverta delle calamità che l’essere umano ha nella sua testa. Oggi l’umanità è diventata un disastro ambulante.”

 


Onde di compassione
“Dio è quell’unità indivisibile priva di limiti e separazioni: Madre Natura, l’atmosfera, gli uccelli e gli animali, le piante e gli alberi, ogni singolo atomo dell’universo trabocca di potere divino. Dio esiste in ogni cosa senziente e non. Quando comprendiamo appieno questa verità, non possiamo fare altro che amare noi stessi e chiunque ci sia intorno. Il primo flutto d’amore affiora dentro di noi. Quando lanciamo un sassolino in uno stagno, la prima piccola increspatura d’acqua si forma proprio intorno al sassolino, poi un po’ alla volta il cerchio si espande fino a raggiungere i bordi dello stagno. Allo stesso modo, l’amore dovrebbe sbocciare dentro di noi; se riusciamo a purificare l’amore insito in noi, questo si espanderà fino ad includere il mondo intero.”


 
 

Chi siamo