05 Apr

Dipingetevi il corpo e la mente con i colori dell’Amore

21-22 marzo, Pune – Tour dell’India2016

Dopo il lungo viaggio da Hyderabad, al suo arrivo a Pune, Amma è stata accolta dai devoti alle 5:30 di mattina.

 

Per i due interi giorni successivi, Amma ha tenuto un programma all’ashram di Pune dove è stata ricevuta da Padmashree Vijay Bhatkar con queste parole: “Per vedere come Dio cammina, come parla, come guarda, come benedice, e come appare… per poter sperimentare tutto questo a livello fisico, basta arrivare alla presenza di Amma. Ecco perché chiamiamo Amma “Jagadamba”. Siamo molto fortunati ad avere il suo darshan e il suo abbraccio. Mi considero molto privilegiato nel poter ricevere un abbraccio da Dio stesso sotto la forma di Amma”.

Il satsang è stato tradotto in marathi, e Amma ha guidato la Manasa Puja e la meditazione in hindi. Ogni giorno Amma ha anche cantato bhajan rimanendo sempre seduta fino a tarda notte per dare il darshan a tutti.

 

Durante il darshan, gli studenti dell’Amrita Vidyalayam hanno presentato diversi programmi culturali. Parecchi famosi artisti locali sono giunti per esibire il loro talento, tra cui Nanda Kishore, che ha eseguito una danza kathak; Rajkumar Barsjikar, che ha cantato dei bhajan, e Sambaji Shinde, che ha offerto un Gondel (tradizionali bhajan popolari maharashtra che di solito vengono cantati solo nei templi dedicati alla Devi, la Madre Divina).

Il secondo giorno, alla fine del darshan, Amma è stata abbigliata come il santo Jnaneswar da una famiglia di devoti. Le donne di un’altra famiglia, vestite da gopi, hanno poi vestito Amma come Sri Krishna e hanno portato della cagliata in una vaso di argilla, invitandola a romperlo e a distribuirla. L’atmosfera di festa in sala ha raggiunto l’apice quando l’ultima famiglia venuta per il darshan ha portato polveri colorate per la festa di Holi. Qualcuno ha imbrattato con alcuni colori il viso di Amma, a cui poi sono stati dati dei palloncini pieni d’acqua. Amma ha fatto ridere chiunque quando ha iniziato a lanciarli addosso ai devoti che si affollavano intorno a lei e tutti sono scoppiati a ridere mentre i palloncini esplodevano e li infradiciavano di acqua colorata. Amma ha poi iniziato a spruzzare acqua con una pistola su quelli che la circondavano.

 

 

Verso la fine, ad Amma è stato passato un vassoio di colori in polvere: rosa, giallo, verde, rosso, blu, ecc. e lei ha subito iniziato a far volare i colori dappertutto. Tutti battevano le mani, ridevano e facevano baldoria con Amma… ed erano ricoperti di colori da capo a piedi. Amma ha deciso di rendere ancora più variopinta la mente della gente intonando un nuovo e vivace bhajan per la festa di Holi che ha concluso la nottata. Mentre il ritmo raggiungeva il suo acme, il canto “Radhe Radhe Radhe” risuonava per tutta la sala … sino a quando, alla fine, in un crescendo continuo, Amma ha alzato la mano e ha gridato: “Hari Boooool”, segnando l’inizio della festa di Holi e la fine dei programmi di Pune.

La mattina seguente Amma è ripartita con tutto il gruppo per Mumbai, dove un altro gruppo di devoti l’attendeva per continuare con lei la festa di Holi, a oltranza…

 

{phocagallery view=category|categoryid=328|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}