Celebrazioni di Onam ad Amritapuri

Amritapuri, 4-14 settembre 2016

 

Durante ciascuno dei 10 giorni della festa annuale di Onam, i residenti dell’ashram e gli studenti si sono dati il cambio nel realizzare bellissimi “pookkalam” (tappeti di petali di fiori) di grandi dimensioni alla base dei gradini che conducono alla stanza di Amma. Ogni giorno, all’uscita dalla stanza per recarsi al darshan, Amma è rimasta in piedi sui pookkalam per un po’, si è inchinata di fronte a essi e ha commentato la bellezza delle opere, dato che non era possibile dire quale fosse la più bella.

 

 

L’ultimo giorno della festa di Onam, Amma è stata accolta sul palco con le percussioni dei panchavadyam (tamburi tradizionali del Kerala), e, dopo aver tenuto il suo discorso {news}, ha intonato due bhajan, Bandalo BandloRadhe Govinda Gopi Gopala, chiedendo a tutti di battere le mani e ballare con lei. Infine, ha danzato al suono di musica tradizionale badaga.

 

 

Dopo essersi intrattenuta per dare il darshan, Amma ha cominciato a distribuire l’Ona Sadya (il pasto tradizionale per la festa di Onam) a tutti i presenti. Per ultima, ma non per importanza, a ricevere il suo Ona Sadya è stata Lakshmi, l’elefante dell’ashram, che Amma ha imboccato personalmente. Amma le ha dato palline di riso giganti, payasam, pappadam e avil (specialità indiane), una dopo l’altra, oltre a caschi di banane. Quindi Lakshmi ha giocato al suo gioco preferito: le sono stati portati secchi d’acqua e lei ha spruzzato l’acqua addosso alle persone radunate, facendo un bel bagno a coloro che aveva vicino.

 

Alla sera Amma ha cantato i bhajan e ha trasportato tutti in un’altra dimensione.

 

 

Dopo cena, i residenti dell’ashram hanno eseguito vari spettacoli, tra cui danze e recite, per la gioia di tutti. Amma ha assistito a tutte le rappresentazioni seduta insieme agli altri residenti dell’ashram e ai visitatori. Verso mezzanotte Amma ha cantato “Love is the way” in inglese, e “Aya he sara jaha yaham”, in un continuo crescendo. I festeggiamenti di Onam si sono conclusi con preghiere per la pace nel mondo.

 

 

{phocagallery view=category|categoryid=361|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}