30 Set

Il ministro Prakash Javadekar presenta il sistema OceanNet

Ashram di Amritapuri, 26 settembre 2016
Amritavarsham 63 – celebrazioni per il 63° compleanno di Amma

OceanNet è un sistema di comunicazione sviluppato dall’Università Amrita per permettere ai pescatori di comunicare con la terraferma, garantendo quindi loro una maggiore sicurezza in mare. Il sistema, che consente connessioni fino a 60 km di distanza, invia a un server posto sulla terraferma informazioni riguardanti le coordinate, la velocità e la direzione dell’imbarcazione su cui è installato, e offre anche la possibilità di inviare richieste di SOS in caso di necessità.

 

Il progetto è stato inaugurato, alla presenza di Amma, da Prakash Javadekar, ministro dell’istruzione del governo indiano, il quale ne ha mostrato il funzionamento parlando con un pescatore di nome Dhanesh che in quel momento si trovava sulla sua barca nel Mar Arabico. Il ministro ha detto: “Ciao Dhanesh, anche se sei a 60 km di distanza nell’oceano, sei molto vicino al cuore di Amma e lei ti proteggerà sempre”.

 

Nel suo discorso di inaugurazione, il ministro Javadekar ha affermato: “Con OceanNet, Amma ha realizzato qualcosa di davvero utile non solo per i pescatori, consentendo loro di comunicare con la terraferma quando sono in mare aperto, ma anche per l’intera nazione. Adesso, infatti, i nostri pescatori saranno come delle guardie costiere, perché potranno informare le vere guardie costiere su eventuali movimenti sospetti o minacce provenienti dal mare ad opera di nemici giunti per attaccare la nostra nazione.

 

“Nel corso del tempo, Dio crea guru come Amma, e noi siamo qui per ricevere le sue benedizioni. Oggi mi sento benedetto in quanto parte di questa nobile causa.

“I britannici non erano interessati al progresso della nazione, né tantomeno all’istruzione per i poveri; il loro unico scopo era creare una schiera di subalterni obbedienti. Dopo l’indipendenza, l’India è riuscita a garantire l’istruzione a tutti e l’assistenza sanitaria di base al 98% della popolazione. Finora abbiamo puntato alla diffusione di tali servizi, adesso dobbiamo puntare a una formazione di qualità. A tale scopo, sarà fondamentale il contributo della nuova Cattedra UNESCO (progetto dell’UNESCO volto a favorire la cooperazione internazionale tra le università su tematiche quali l’istruzione, la cultura, le scienze sociali, lo sviluppo sostenibile) promossa da Amma in collaborazione con l’UNESCO sui temi dell’emancipazione femminile e dell’uguaglianza di genere. Come ministro dell’istruzione, sarà mio compito aiutare le buone università come l’Università Amrita, e perciò in futuro la sosterremo.

 

“L’istruzione non è una questione di programma politico, non è una questione di partito. L’istruzione deve essere in cima alle priorità dell’India, e spero che Amma ci aiuterà in questo. Noi siamo tutti riuniti qui oggi per celebrare, per essere benedetti e per offrire i nostri omaggi ad Amma, che è l‘incarnazione dell’amore, della compassione e della benevolenza.

“Vedendo tutte le scuole che lei ha fondato nel suo villaggio, mi verrebbe da dire che, così come Brahma ha creato il mondo, anche lei qui ha creato un mondo. Nulla è più nobile della fondazione di istituti d’istruzione, e Amma lo ha fatto. Sono molto contento anche di presentare questa nuova Cattedra UNESCO; si tratta di una Cattedra davvero speciale perché presta attenzione a tutti gli obiettivi che l’UNESCO si pone in termini di emancipazione femminile. Quando si insegna a un uomo, si insegna a una sola persona, mentre quando si insegna a una donna, si insegna a un’intera famiglia e a tutta la società, perché una donna è la madre di tutti. Quando si insegna alle donne, si hanno benefici anche in termini di assistenza sanitaria: si migliora la salute, si riduce la mortalità infantile e il rischio di contrarre l’HIV.

“Tutte le religioni insegnano il rispetto, i valori della vita, la non-violenza e la verità. Se si è religiosi, si adottano tutti questi nobili principi. Come ministro dell’istruzione, queste iniziative mi rendono felice, ed è mio dovere sostenere tutte le buone università come quella che Amma ha fondato qui. L’obiettivo è di creare un sistema formativo in cui le università serie abbiano più autonomia e meno burocrazia”.