06 Dic

Una parola che manca nel dizionario di Amma

8-10 Novembre 2014

Milano, Italia –Tour Europeo 2014

 

Un folto gruppo di volontari ha atteso Amma per darle il benvenuto al suo arrivo a Malpensa Fiere a Milano dove si sarebbe tenuto il programma italiano dal 8 al 10 novembre.  Al suo arrivo, Amma si è diretta immediatamente alla sala pranzo dove ha servito la cena a tutti i volontari presenti, ha risposto alle loro domande e cantato con loro dei bhajans (canti devozionali). In risposta a una domanda ha detto che alla fine di ogni giornata dovremmo guardarci dentro e chiederci: “Ho fatto tutto il possibile per aiutare qualcuno che aveva bisogno? Sono stato egoista nelle mie azioni o sono stato in grado di mantenere un atteggiamento disinteressato? Ho ferito qualcuno con le mie parole e azioni? Ho espresso le mie emozioni con maturità?”. Ha detto inoltre: “Queste sono domande che ci possono aiutare a misurare i nostri progressi e a prendere le decisioni per il giorno dopo. Figli miei, non perdete mai di vista la vostra meta, se la consapevolezza rimane in voi, non sarete mai distratti da nulla al mondo.”

 

Amma ha ricevuto il benvenuto in Italia dal Console Indiano, Sig. Arun Kumar Sharma, dal Presidente della Promovarese Rudi Collini e da Padre Antonio Zanotti, un prete cattolico molto conosciuto.

È stato impressionante veder arrivare Amma ogni mattina nella sala e vederla poi lasciare la sala la mattina presto del giorno dopo, con tutto il pubblico che in un caloroso applauso urlava: “Grazie Amma!”. Al programma c’erano anche gruppi di persone provenienti dalla Grecia, Russia e Israele, giunte a Milano per vedere Amma. Hanno preparato canzoni che poi hanno cantato di fronte a Amma, canzoni che hanno catturato tutto il pubblico. Avevano tutti degli striscioni nei quali chiedevano ad Amma di visitare il loro paese. Hanno pure imparato la frase: “Amma, ti aspettiamo con impazienza” in Malayalam e la hanno poi ripetuta ad Amma durante il darshan.

Al terzo giorno, l’ultimo del programma di Milano, la sala era riempita fino al massimo della sua capacità.  Amma si è alzata dal suo posto nelle ore mattutine dell’11, la sala principale era ancora piena e sembrava che nessuno del pubblico se ne fosse andato. Mentre Amma scendeva dal palco e si incamminava verso il camper per partire per la prossima destinatazione, centinaia di persone si sono messe da ambo i lati, per un ultimo sguardo ad Amma. Se c’è una parola che manca dal vocabolario di Amma è la parola “riposo”.

 

{phocagallery view=category|categoryid=222|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}