Lasciate che i vostri figli fioriscano come fossero meravigliosi boccioli

17 Giugno, Santa Fe, Nuovo Messico – Tour del Nord America 2014

Estratto dalla sessione di domande e risposte ad Amma

Domanda: Amma la tua presenza ha riempito di fragranza le nostre vite. Vorrei sapere: come possiamo portarla in occidente, dove i bambini soffrono tanto a causa di droga e violenza? Se Amma ci dicesse ciò che bisogna fare, ci metteremmo al lavoro con grande sincerità, per aiutare non solo questo stato ma l’intero paese.

 

Amma: Voi potete fare la differenza se veramente lo volete. Per natura, gli esseri umani imitano coloro che guardano. Questo è il motivo per cui così tante persone adottano il modo di vestire e l’aspetto di certi atleti e star del cinema. Comprendendo ciò, ciascuno dovrebbe cercare di diventare un buon modello perché, a prescindere da chi si è, c’è sempre qualcuno, da qualche parte, che ci guarda e ci imita. Prima di tutto dovremmo essere un buon esempio nelle nostre case, perché è lì che si apprendono le buone e le cattive qualità. Dunque i genitori dovrebbero fornire ai loro figli una solida base di valori integrandoli prima di tutto nella loro stessa vita.

Una delle cose che potete fare per aiutare i bambini è visitare le case in piccoli gruppi. Potrete forse recarvi in 10 case al giorno e riunire i bambini sul posto. Parlate con loro, consigliateli, impartite loro insegnamenti spirituali, aiutateli a riconoscere le loro debolezze, a comprendere le eventuali conseguenze del loro comportamento distruttivo. In tal modo, potrete aiutarli a coltivare la consapevolezza. Un diabetico può prendere medicine, ma se continua a mangiare dolci, il suo livello di zuccheri rimarrà alto. Questo ci mostra che la consapevolezza sul modo in cui ci si nutre è importante quanto prendere le medicine, se non di più. Dunque è necessario aiutare i bambini perché prendano coscienza delle potenziali conseguenze dannose delle loro abitudini distruttive. Hanno bisogno della conoscenza di base ma allo stesso tempo di consapevolezza e buon senso.

I bambini dei villaggi tribali del Kerala del Nord, come Attappadi, venivano accompagnati a studiare nel nostro collegio a Parippally. Ce ne prendevamo cura e davamo loro un’educazione appropriata. Accadeva però che spesso rubassero oggetti poco importanti, come alcune pentole, e che se ne tornassero di corsa ai loro villaggi. Erano soliti trascorrere le loro giornate girovagando nelle foreste, raccogliendo fiori e frutta e arrampicandosi sugli alberi. Non erano abituati all’educazione formale in un’aula scolastica. Osservando questo, Amma decise che era meglio creare piccole aule di una sola stanza nei loro villaggi e permettere ai bambini di andare e venire liberamente. In tal modo essi iniziarono a sviluppare un certo gusto per la scuola. Iniziarono a coglierne l’importanza e gradualmente vennero sempre più spesso a scuola. Alla fine, alcuni di loro hanno portato avanti i loro studi fino a diventare ingegneri. E’ possibile dunque infondere gradualmente consapevolezza e apprezzamento nei bambini verso cose che inizialmente non gli piacciono, ma che sono in realtà effettivamente proprio per il loro bene. Allo stesso modo recandovi nelle case in piccoli gruppi e offrendo un’educazione spirituale produrrete gradualmente un effetto.

Molti bambini quando raggiungono più o meno i 15 anni di età confessano ad Amma che i loro compagni di scuola e amici dicono loro che studiare è solo una perdita di tempo. Li esortano a lasciare gli studi e fare soldi facili rubando o vendendo droghe: rubare e vendere droghe vengono descritte come attività di grande talento, ecco ciò che il mondo pensa oggi. Dunque dobbiamo coltivare la consapevolezza nei nostri figli. I nostri giovani sono come boccioli che presto sbocceranno e spargeranno la loro fragranza nel mondo. Oggi è come se venissero divorati dai parassiti, se non vogliamo che questi fiori siano totalmente distrutti, dobbiamo educarli e aiutarli a coltivare un’adeguata consapevolezza.

Ricordate, potremmo non essere in grado di compiere un cambiamento monumentale nella società, ma sarà una grande cosa se sapremo salvare anche un solo bambino. Se anche un solo fiore sbocciasse nel deserto, questo produrrebbe quanto meno molta bellezza, e se un solo albero vi crescesse, ci sarà se non altro quell’ombra. Se riuscissimo a produrre un cambiamento anche in un solo bambino su 100, questo sarà un grande compimento e avrà il suo impatto nella società. Se all’inizio non si vedono cambiamenti, non siate diffidenti: l’effetto ci sarà, un cambiamento avverrà.