06 Mag

Amma in Kenya

17-18 aprile, Nairobi, Kenya

Dopo un’assenza di cinque anni, Amma ha ricevuto un caloroso bentornato in Kenya da Musalia Mudavadi, ex vice presidente e primo ministro; dalla signora Suchitra Durai, membro dell’Alta Commissione Indiana in Kenya; e dall’On. Dan Mwazo, senatore della contea di Taita Taveta. Erano inoltre presenti ad accoglierla: Tessa Mudavadi, vincitrice a livello mondiale nel 2010 del premio di “Breast Cancer Awareness” (campagna di sensibilizzazione sul tumore al seno), il Dott. Manoj Shah, ex direttore internazionale del Lions Club, e infine il Dott. Abbas Gullet, segretario generale della Croce Rossa in Kenya.

 

L’arrivo di Amma ha combaciato con il lancio di molte iniziative umanitarie, formalmente inaugurate dalle personalità citate in precedenza, durante il primo giorno del programma ufficiale.

Il nuovo piano di formazione in telemedicina e medicina continua, che rappresenta un’importante collaborazione tra l’Istituto Amrita di Scienze Mediche di Kochi e l’Ospedale M.P Shah di Nairobi, porterà ai pazienti del Kenya cure sanitarie di alto livello e valorizzerà l’apporto di competenze mediche nel paese.

Il nuovo progetto dopo scuola Amrita supporterà i bambini residenti nell’area intorno al fiume Athi che non hanno energia elettrica nelle proprie abitazioni. Le classi dedicate e le strutture fornite permetteranno ai ragazzi di studiare e fare i compiti in un ambiente stimolante, aiutandoli a superare alcune delle sfide legate a una vita di povertà e a realizzare i loro sogni. Amma ha visitato la scuola dopo il suo programma.

È stato lanciato un altro nuovo progetto, “Saving Lives – Creating” (Salvare vite – Creare), in associazione con CAP YEI (organizzazione non governativa a sostegno dei giovani) e la Croce Rossa keniota, con lo scopo di formare giovani disoccupati in professioni quali ostetriche, paramedici e personale di primo soccorso nel campo della sanità riproduttiva. L’obiettivo del programma è di responsabilizzarli insegnando loro a salvare vite e, nel frattempo, a dare loro un lavoro.

 

 

Durante il suo programma, ad Amma è stato consegnato il premio del Presidente del Lions Club International, in segno di apprezzamento per la sua opera umanitaria a livello mondiale.

Le iniziative ecologiche sono state una parte importantissima delle attività di Embracing the World in Kenya, mentre il Centro Amrita è stato molto attivo nel promuovere una sensibilizzazione generale a preservare e coltivare Madre Terra per mezzo di azioni concrete, come piantare nuovi alberi, diffondere la permacultura e l’agricoltura biologica. I volontari del Centro hanno portato verdure biologiche ad Amma sul palco, invocando la sua benedizione per il loro impegno nella sostenibilità.

Il programma ufficiale è proseguito con i satsang, i bhajan e i due giorni di darshan di Amma, durante i quali chiunque ha ricevuto il suo abbraccio pieno di amore.

====
Esempi eloquenti dell’attuale operato dei volontari di Amma in Kenya:

•    Il Centro Amrita è attivo dal 2010 e porta avanti diversi progetti in tema d’istruzione, valorizzazione dei giovani, sanità, nutrizione, nettezza urbana e sostenibilità attraverso la permacultura, il rimboschimento e l’energia “verde” pulita.
•    La Casa di Accoglienza per bambini “Watato Boma” si prende cura delle necessità di 160 bambini.
•    Il Centro Amrita, in associazione con CAP (associazione non governativa per la gioventù), forma giovani disoccupati di fascia d’età dai 18 ai 30 anni; tiene corsi della durata di tre mesi di carpenteria, sartoria, elettronica, idraulica, informatica e settore alberghiero. Dalla fondazione a oggi, sono stati formati più di 1000 studenti.
•    Il programma di distribuzioni di pasti di Amma, avviato nel 2012, fornisce più di 80.000 pasti all’anno gratuiti.
•    Consultori medici gratuiti sono stati organizzati regolarmente negli ultimi 4 anni, offrendo assistenza medica gratuita e medicine a oltre 3200 pazienti.
•    Sono state effettuate operazioni gratuite alla cataratta nelle contee di Thika, Machakos, Voi, Vihiga, Kakamega, Busia e Kisii. Sono stati visitati oltre 8000 pazienti e sono stati completati oltre 1000 interventi alla cataratta che hanno determinato non solo il recupero della vista, ma anche un miglioramento generale nella qualità della vita.
•    A corollario delle iniziative per lo sviluppo, il Centro Amrita dispone di  una delle migliori fattorie di permacultura di Nairobi, in cui i volontari,  lavorando duramente e fortemente motivati dalla volontà di diffondere il messaggio di servizio e compassione di Amma, vedono questo inizio come il primo passo di un grande cambiamento.

 

 

{phocagallery view=category|categoryid=342|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}