20 Nov

Se guardiamo il mondo col nostro cuore, le cose brutte spariranno

13-15 novembre, Barcellona, Spagna

Tour Europeo 2013

 

Il programma di Amma in Spagna si è tenuto dal 13 al 15 novembre al Palau d’Esports a Granollers, alla periferia di Barcellona. Al suo arrivo al palazzetto, Amma è stata accolta da centinaia di volontari spagnoli che intonavano “Ma Ma Ma… Jai Jai Ma Ma Ma”. Durante tutti e tre i giorni, il palazzetto straripava letteralmente di persone, e la pazienza degli spagnoli è stata esemplare, pronti a aspettare per ore e ore per avere la possibilità di incontrare Amma.

 

 

Il primo giorno, Amma ha ricevuto il benvenuto ufficiale in Spagna dal Direttore Generale degli Affari Religiosi della regione della Catalunia, Mr. Enric Vendrell e da Mr. Josep Mayoral, sindaco di Granollers. Al terzo giorno del programma, prendendo in considerazione la crisi economica della nazione, Embracing the World ha dato il suo contributo alla fondazione del sindaco per il supporto dei bambini meno abbienti in età scolastica residenti a Granollers con cibo, cure psicologiche e strutture apposite. L’assegno è stato consegnato da Amma al sindaco Mayural. Nel suo discorso, cogliendo l’occasione, l’onorevole Sindaco ha ringraziato Amma e l’organizzazione per questo gesto generoso e ha menzionato le varie attività lanciate dall’amministrazione per prendersi cura delle persone colpite dalla crisi economica.

Barcellona è stata l’ultima data del tour e persone da tutta Europa sono giunte per vedere Amma. Nella serata finale, non solo i posti all’interno della hall erano completamente occupati, ma c’erano file anche all’esterno. Parlando durante il rituale per la pace, Amma ha detto: “Quando guardiamo il mondo con un cuore aperto, siamo in grado di comprendere che tutto ha la sua unicità. Uno scultore crea statue sia da pietre grandi che piccole, egli non vede mai le imperfezioni della pietra, vede solo la sua vera forma nascosta. Quando guardiamo il mondo col nostro cuore, dimentichiamo noi stessi; dimentichiamo la nostra individualità; diamo più importanza agli altri. Noi tutti abbiamo le stesse capacità nascoste dentro di noi; abbiamo solo bisogno di risvegliarle.”

 

Una varietà di programmi culturali hanno intrattenuto i presenti per tutti e tre i giorni, incluse canzoni folcloristiche basche, esibizioni al piano, un coro gospel, canzoni in portoghese ed ebraico eseguite da gruppi dal Portogallo e da Israele e canti devozionali di vari gruppi satsang provenienti da tutta la Spagna. L’intera hall vibrava di gioia e fervore spirituale per tutto il tempo. La maratona-darshan (maratona di abbracci), il giorno finale, si è prolungata fino alle 11 del mattino seguente e, quando Amma si è alzata, centinaia di persone avevano gli occhi bagnati dalle lacrime al pensiero di quanto si sentirà la sua mancanza e di quanto tempo passerà prima di essere nuovamente in sua presenza. Le grida di “gracias Amma” (grazie Amma) e “Amma, te queremos” (Amma, ti amiamo) hanno riempito la sala mentre Amma lasciava il palazzetto. Si è fermata , scherzando con i bambini, consolando le persone invalide, asciugando le lacrime di alcuni, accarezzando la testa ad altri e battendo le mani con gli altri ancora.

E’ stato un tour fantastico! Una tale grazia poter essere testimoni di questo oceano divino d’Amore, che si è espanso in Europa con pace e armonia. Da qui Amma volerà negli Stati Uniti per condurre il programma in California e Michigan.