01 Ott

Amma è la portatrice del messaggio eterno dell’India

Amritavarsham 63 – Celebrazioni per il compleanno di Amma
Amritapuri, 27 settembre 2016

Sri Mohan Bhagwat, capo (sarsanghchalak) del “Rashtriya Swaymsevak Sangh” (organizzazione dei nazionalisti indù), partecipando alle celebrazioni per il compleanno di Amma, ha detto:
“Tanto tempo fa, da giovane, Gyaneswar, asceta del Maharashtra e commentatore della Bhagavad Gita, chiese al suo guru di esaudire un suo desiderio: ‘Poiché in tutto il mondo ci sono anime realizzate che sono in contatto con la Realtà Suprema, possa chiunque ricorrere a loro, in qualunque momento’. Quando guardiamo la vita di Amma, scopriamo che questo desiderio è stato esaudito.

 

“Le nostre antiche scritture sacre affermano che l’universo è governato dal Dharma (la Legge cosmica) che si basa su quattro pilastri: Verità, Compassione, Purezza e Tapas (pratiche spirituali)”.

Per noi, persone comuni, è importante avere un modello di come comportarci. Mentre nel Treta Yuga abbiamo avuto il dio Rama come incarnazione del Dharma in forma umana, oggi, in India, abbiamo ancora una tradizione di esseri evoluti che agiscono come faro per la società.  Noi guardiamo ad Amma perché lei ha realizzato la Verità della vera esistenza. Le sue opere umanitarie sono l’espressione della forma più alta della Compassione. In ugual modo, quando stiamo vicino ad Amma, possiamo sperimentare la Purezza. E per noi lei sta praticando Tapas (pratiche spirituali), ininterrottamente.

“Abbiamo avuto la grande fortuna di conoscere Amma che è la manifestazione di questi quattro principi. Quando siamo vicini a lei, abbandoniamo tutte le nostre preoccupazioni e tensioni, e diventiamo felici. Anche i nostri pensieri si purificano. Questa è la mia esperienza personale.

“L’eterno messaggio di Bharat, l’India, è che dobbiamo realizzarci nella Solitudine, ma servire nella Moltitudine, senza discriminazioni. Sebbene sia una cosa molto difficile, Amma fa sì che questo succeda. Lei è aperta e disponibile con tutti noi.

“Amma sta praticando il vero Dharma e non ha bisogno dei nostri auguri, ma che altro possiamo offrirle? Io prego Amma di instillare dentro di  noi almeno  una particella dei  quattro pilastri del Dharma”.