amma
24 Mar

Amma consola le vittime della bomba di Varanasi

Bharata Yatra 2006
24 marzo 2006, Benares Hindu University Hospital, Varanasi, Uttar Pradesh

 

Il 7 marzo l’antica città di Varanasi è stata al centro dell’attenzione mondiale a causa dell’esplosione di una bomba altamente distruttiva nel Tempio Sankata Mochana Hanuman e nella stazione ferroviaria. Venti persone sono rimaste uccise e più di cento ferite.

 

ammaIl 23 marzo, durante il tragitto da Lucknow a Ranchi, Amma si è fermata per la notte nell’antica città. Al momento della Sua partenza, la gente le ha chiesto di recarsi all’ospedale Benares Hindu University dove erano ricoverate 10 persone ferite nell’esplosione.

Mentre i medici dell’ospedale la conducevano nelle varie stanze aveva gli occhi colmi di lacrime. Amma ha sostato al capezzale dei feriti, li ha baciati e ha offerto parole di consolazione a quelli che erano coscienti. Ma è rimasta per lo più in silenzio.

Tra le vittime c’era Ashish, un bambino di 10 anni ferito nell’esplosione al tempio. Amma gli ha accarezzato la fronte e ha osservato le sue ferite alle gambe.

ammaNel reparto di terapia intensiva, ha fatto visita a Ratish Kumar, un ragazzo di 17 anni.
Solo qualche giorno prima, egli aveva sviluppato una forte emorragia interna che i medici non erano stati in grado di fermare; poteva respirare solo con l’aiuto delle macchine. Amma gli ha toccato dolcemente i piedi, ha chiuso gli occhi e ha pregato. (…)
   
ammaAmma ha passato del tempo anche con degenti ricoverati per disturbi non connessi all’esplosione della bomba, tra i quali un uomo che aveva da poco tentato il suicidio.

Su sua disposizione, l’ashram donerà 5000 rupie a ciascuna delle 10 vittime, per aiutarle nel pagamento delle spese ospedaliere immediate. Ha inoltre offerto assistenza finanziaria tramite il programma di pensioni a vita Amrita Nidhi e la costruzione di case per tutte le vittime prive di un riparo appropriato, tramite il programma Amrita Kuteeram “case per i senza tetto”.