kozhikode amma
19 Dic

Alla velocità dell’Amore

19 dicembre, Kozhikode Brahmasthanam

Bharata Yatra 2007

È noto che Amma ha una particolare predilezione per questo luogo .

L’anno scorso, Amma ha tenuto un programma di un giorno in un grande stadio della città. Quest’anno si è trattato di un festival di tre giorni presso il tempio brahmasthanam. Si poteva sentire chiaramente l’energia positiva del luogo.

kozhikode ammaL’organizzazione dell’incontro è migliorata rispetto agli anni precedenti. Ora ad ognuno viene assegnato un biglietto con una lettera dell’alfabeto inglese (A, B, C, ecc) e bisogna attendere in fila fino al il turno della propria lettera. Ciò ha eliminato varie difficoltà. Intuendo potenziali problemi per il gran numero di persone arrivate per ricevere l’abbraccio, Amma stessa ha annunciato al microfono: “A causa del grande numero di persone, alcuni volontari ordineranno le file sospingendo la gente in avanti quando arriverà il loro turno. Non sentitevi disturbati da questo”. Tutti erano stupiti dalla velocità dell’abbraccio e dall’enorme quantità di persone presenti.

La fila è cominciata subito dopo l’arrivo di Amma la notte precedente il programma. Chi aveva iniziato la fila alle otto di sera ha ricevuto l’abbraccio a mezzogiorno del giorno dopo. Pensate: 16 ore di attesa per due secondi di abbraccio!
La cosa più straordinaria è che non c’è traccia di impazienza nelle persone che attendono. I programmi iniziano alle sei del mattino e l’abbraccio termina solo circa due ore prima dell’inizio del nuovo programma e le persone fluiscono all’interno del tempio brahmasthanam continuamente, tanto che alcuni arrivati durante la notte devono attendere fino al mattino successivo per ricevere l’abbraccio. Quando viene spiegata questa cosa, tutti la accettano naturalmente senza segni d’impazienza.

Come riflesso dell’innocenza dei presenti, anche Amma appare molto allegra e spontanea.
Il secondo giorno, durante l’incontro serale, Amma ha parlato ampiamente dei differenti aspetti della vita in famiglia. Il discorso è durato quasi un’ora.
Proprio come l’abbraccio di Amma è per tutti, altrettanto è per il cibo. Le persone ricevono pasti gratuiti organizzati e distribuiti dai volontari nel corso di tutta la notte.
I quotidiani hanno pubblicano speciali supplementi su Amma. Un interessante articolo riporta: “Non credo in Dio, la mia religione non è l’induismo, ma se il primo ministro indiano o il presidente americano decidessero di donare pace mentale alla gente, non ci riuscirebbero. La vera forza di Amma è l’energia spirituale di dare un po’ di pace mentale a chi l’avvicina. Non è poco”.

-Sakshi