Pagina principale Chi siamo Amma nel mondo Amore puro nella città della devozione: la visita di Amma a Kozhikode
Amore puro nella città della devozione: la visita di Amma a Kozhikode

Kozhikode, Kerala, 22-23 marzo – Tour Indiano 2017


Dopo il successo del programma di Coimbatore, il gruppo del tour ha fatto i bagagli e si è diretto fino a Kozhikode per l’ultima tappa della terza parte del tour indiano.

 

L’ashram di Kozhikode traboccava d’amore quando è arrivata Amma e la folla dei devoti era già lì per accoglierla al canto corale del mantra “Om Amriteswaryai Namah” e “Sinkari Melam”. Si percepiva che l’atmosfera era satura di pura devozione.

 

 


Amma si è fatta strada fino al palco e ha servito il prasad a tutti quelli che erano venuti a salutarla, incluso il gruppo del tour. Dopo che tutti hanno ricevuto da mangiare, Amma ha risposto alle domande trattando di quanto sia importante una pratica spirituale disciplinata e regolare e di come aiuti a mantenere l’aspirante sul sentiero spirituale.

Il giorno seguente c’è stato il primo programma. Fra le molte personalità giunte ad accogliere Amma erano presenti il famoso archeologo KK Muhammed, ex direttore regionale dell’Archeological Survey dell’India (agenzia governativa per ricerche archeologiche). Ha ritrovato più di 100 templi, tra cui il presunto tempio di Sri Rama di Ayodhya. Parlando per l’occasione, ha detto: “Quando vedo persone di diverse nazionalità, qui davanti a me, che partecipano a questo programma, vedo che Amma sta diffondendo un messaggio di amore per l’umanità che valica le frontiere delle nazioni e delle religioni. Nella mente di Amma c’è solo l’amore per l’umanità intera”.

Esprimendo la sua profonda riverenza nei confronti di Amma ha continuato con queste parole: ”Nella massima delle Upanishad che recita  ‘Che ogni essere sia felice, che tutti siano senza sofferenza, che tutti vedano il buono ovunque, nessuno dovrebbe soffrire’ e in tutti i diciotto Purana e nel Mahabharata, Vyasa ha detto solo due cose:  aiutare è virtù e fare del male è peccato. Questo è il più grande dharma, non solo visitare templi o moschee, o recitare mantra e fare puja. Mi inchino ai piedi della Madre che, comprendendo e incarnando tutto questo, ha organizzato e creato questo movimento”.

 


A porgere omaggio ad Amma erano presenti anche: Chemangery Gurukkal, maestro di kathakali (tipo di danza) che ha festeggiato il suo centesimo compleanno; Kummananm Rajasekharan, presidente del Partito del Popolo Indiano del Kerala; PV Chandran, direttore di Mathrubumi; e PV Gangadharan. Dopo che queste eminenti figure hanno tenuto i loro discorsi, Amma ha regalato sari alle donne appartenenti al gruppo di aiuto AmritaSree.


Parlando alla gente, Amma ha sottolineato l’importanza di sviluppare una mente meditativa: “Abbiamo una responsabilità verso tutti quelli che soffrono di malattie e povertà. Dobbiamo fornire loro cibo, assistenza e la luce della conoscenza. Questo è il nostro dovere. Siamo tutti figli della stessa madre. Dobbiamo realizzare che siamo una cosa sola e che i nostri cuori devono essere uniti nell’amore.

“Più che di una rivoluzione economica o tecnologica, quello che realmente ci serve è una rivoluzione interiore che ci faccia vedere gli altri come noi stessi. Dobbiamo impegnarci per amare e per servire tutti”.


Dopo aver condiviso il suo satsang, Amma ha cantato i bhajan, ha guidato la meditazione e una manasa puja per la pace nel mondo.

 


Appena è cominciato il darshan, gli studenti dell’Amrita Vidyalayam sono saliti sul palco per rappresentare danze, spettacoli teatrali e canzoni che avevano preparato da settimane. Il clima di festa è continuato fino a notte fonda, riempiendo gli spazi dell’ashram di pura devozione. Non a caso la città di Kozhikode è chiamata la “Vrindravan di Amma”. Ovunque si guardasse, si vedevano devoti che chiamavano “Amma, Amma, Amma…”.

Il darshan si è concluso alle 3 del mattino e Amma ha salutato tutti prima di partire per il suo lungo viaggio verso Amritapuri. Anche se la terza parte del tour indiano è finita, Amma è rimasta presente con la sua forza.

 

 

 


 
 
Banner
InDeed - Campagna per la natura:
piccole cose che potete fare adesso per creare una grande differenza

Chi siamo