Pagina principale Chi siamo Amma nel mondo La compassione non si riposa mai: Amma a Talassery
La compassione non si riposa mai: Amma a Talassery

Talassery, Kerala, 27-28 febbraio – Tour Indiano 2017


Il darshan era ormai al culmine nella tarda mattinata a Udupi. Amma era stata in piedi tutta la notte elargendo le sue benedizioni al via vai dei devoti venuti a condividere la grazia della sua presenza. Gli uccelli avevano preso a svolazzare in giro e i devoti si muovevano agitati nella prospettiva dell’imminente partenza per Talassery.

 


Quando Amma si è alzata per dirigersi al camper erano le 10:30. Una folla di gente creava una fila ai bordi della strada mentre lei partiva dall’area dell’MGM College di Udupi.


Talassery è solo a poche ore di macchina. Quando Amma è arrivata è stata accolta da una folla di devoti esultanti e da un gruppo di donne che cantavano “Sinkari Melam” sullo sfondo tonante dei tamburi. Nonostante la notte passata in bianco a dare il darshan a Udupi, Amma ha deciso di servire il prasad ai devoti locali e al gruppo che l’accompagnava nel tour.


I due giorni seguenti sono stati occupati dai festeggiamenti del Brahmastanam. Padmasree Meenakshi Gurukkal, PK Krishnadas, un dirigente del Partito Popolare Indiano, e l’artista KK Marar hanno dato il benvenuto ad Amma a Talassery con i loro discorsi commoventi e ciascuno di loro le ha esternato il proprio profondo rispetto.


“È una grande grazia incontrare Amma” ha detto l’esperta sessantacinquenne di arti marziali del Kerala, Padmasree Meenakshi Gurukkal, proveniente da Kadathanadan Kalari.

 


L’artista KK Marar ha condiviso i suoi sentimenti: “La maternità è un concetto spirituale (samkalpa) molto molto antico nella tradizione indiana. La Madre è la divinità della prosperità, dell’arte, della conoscenza, della pazienza, dell’amore, del successo, e della gioia. L’essere madre è il potere, la consapevolezza. Qui in Amma io ho sperimentato un vero simbolo del concetto indiano di Madre. Nella breve conversazione che ho avuto con Amma, sono rimasto sorpreso dalla profonda conoscenza scientifica della tradizione indiana che lei possiede. Considero la sua presenza una grande benedizione che ci sprona a mantenere la purezza dell’aria, dell’acqua, dell’agire, della parola e della mente”.


PK Krishnadas ha parlato dell’importanza che il pensiero di Amma ha avuto nel distretto di Talassery, un distretto devastato dalla rivalità delle opinioni politiche e dalla violenza delle fazioni: “Se la gente del distretto avesse assorbito il messaggio di Amma, ci saremmo salvati dalle lotte del recente passato. Amma è un oceano di compassione. Amma non crea nessun muro divisorio ma crea ponti di amore e compassione. Oggi, la gente costruisce più muri che ponti”. Dopo i discorsi, Amma ha tenuto il suo satsang per la folla, durante il quale, ha sottolineato il pericolo mortale del terrorismo nel mondo moderno: “Il terrorismo è diventato uno dei problemi principali dell’umanità, in grado di depredare il tessuto sociale della sua pace. Oggi, la nostra realtà da svegli è peggio del peggiore dei nostri incubi.


“Diciamo che il Kerala primeggia tra altri stati nel campo dell’educazione, ma nel contempo, il nostro piccolo Kerala primeggia su molti stati più grandi dal punto di vista della divisione religiosa, dell’odio nel nome delle opinioni politiche, del crimine, degli stupri, e di altre forme di violenza contro le donne, ecc. Anche giovani di buona famiglia vengono arruolati nelle gang. Diventano drogati o alcolizzati. La loro dipendenza da droga o alcool devasta le loro vite come quelle degli altri. Questo sta trasformando la vita in un inferno reale pieno di incidenti stradali, violenza domestica, combattimenti di strada, e abuso sessuale di donne e bambini.

 


“Oggi l’umanità è diventata un disastro ambulante! Le catastrofi naturali possono non essere controllabili, ma abbiamo la tecnologia che ci può segnalare il loro arrivo. Tuttavia, la scienza deve ancora diventare capace d’inventare uno strumento per tracciare i disastri che l’uomo porta nella sua mente”.
Amma ha sottolineato che un’educazione basata sui valori è una soluzione alla diffusione della divisione, della violenza, e della distruzione. Dopo il satsang Amma ha cantato i bhajan, ha guidato una meditazione, e ha dato istruzioni alla folla per la manasa puja, dedicata alla pace nel mondo, prima d’iniziare il darshan.


Gruppi di ragazzi della scuola Amrita Vidyalayam si sono esibiti in danze, spettacoli, e musiche sul palco mentre Amma abbracciava tutti quelli che erano venuti per incontrarla. La piccola hall dell’ashram era gremita di devoti giorno e notte. A dieci o quindici metri dal peetham di Amma, il Brahmastanam era nel pieno della celebrazione, mentre le puja e le homa erano eseguite dalla mattina presto sino a tarda sera. È stata una festa movimentata nel piccolo ashram sul mare, pervaso dall’indescrivibile atmosfera di eccitazione e amore che segue Amma ovunque lei vada.


Dopo due lunghi giorni di darshan, Amma e il gruppo del tour hanno fatto i bagagli e si sono diretti alle montagne verso Mananthavady, dove Amma ha festeggiato un altro Brahmastanam. Gli abitanti di Talassery, tristi per vederla partire, offrivano un caldo commiato ad Amma per la continuazione del suo tour indiano.

 


 
 
Banner
InDeed - Campagna per la natura:
piccole cose che potete fare adesso per creare una grande differenza

Chi siamo