“…alla base della coesione sociale e alla base della pace globale che tutti cerchiamo, ci devono essere il calore, la compassione, la comprensione da persona a persona. Se questo inizia, se abbracci un altro individuo, abbracci il mondo. Questo è ciò che dobbiamo a te, Amma e alla tua guida.”

 

Introduzione al discorso di Amma all’UNAI (United Nations Academic Impact, iniziativa delle Nazioni Unite per l’impatto accademico) di Ramu Damodaran, Presidente dello United Nations Academic Impact.

 

 

 

Chi è Amma?

Mata Amritanandamayi (nota anche più semplicemente come Amma) è una leader umanitaria e spirituale globale che, grazie al suo esempio di vita, ha ispirato milioni di persone a impegnarsi in favore dei bisognosi e nella costruzione di un mondo più tollerante.

Dotata di un’instancabile dedizione e amore per il prossimo, Amma è nota nel mondo per il modo attraverso cui esprime la sua compassione: il semplice gesto di un abbraccio. A oggi si conta infatti che fra le sue braccia abbiano trovato conforto oltre 36 milioni di persone: portando le persone vicino al suo cuore, Amma insegna loro che l’amore trascende tutti i confini di nazionalità, religione, genere, casta o status sociale. Amore, Aiuto, Compassione e Azione sono i 4 principi che guidano ogni suo gesto. Per questo in India, sua terra natale, Amma è riconosciuta come Mahatma (Grande Anima) e come riformatrice sociale.

Amma ha fondato il movimento umanitario globale “Embracing the World”, Organizzazione Non Governativa riconosciuta come consulente speciale dall’ONU, attraverso cui organizza in tutto il mondo progetti di beneficenza. Da oltre tre decenni, Embracing the World si impegna perché quante più persone in condizione di necessità possano nutrirsi, essere riparati da un tetto, accedere all’istruzione e avere un’assistenza sanitaria.

Scheda informativa di Amma

Nome: Mata Amritanandamayi Devi

Descrizione: Leader umanitaria globale e riformatrice sociale

Nata: 27 settembre 1953

Luogo di nascita: Parayakadavu,Alappad Panchayat, Kollam Dt.,Kerala, India

Lingua: Malayalam

N° persone abbracciate: 37 milioni (dato aggiornato al 30/03/2017)

Programma svolti in: Austria, Brasile, Canada, Cile, Dubai, Inghilterra, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, India, Irlanda, Italia, Kenia, Kuwait, Malesia, Mauritius, Olanda, Reunion, Russia, Singapore, Spagna, Sri Lanka, Stati Uniti, Svezia, Svizzera.

Cariche ricoperte:

Fondatrice Embracing the World®

Fondatrice e Presidente del Mata Amritanandamayi Math

Rettrice del Amrita Vishwa Vidyapeetham University

Fondatrice del Amrita Institute of Medical Sciences (AIMS Hospital)

Biografia di Amma

 

Sri Mata Amritanandamayi Devi (“Amma”) è conosciuta in tutto il mondo per il suo amore altruistico e la sua compassione. Tutta la sua vita è stata dedicata ad alleviare il dolore dei poveri e di chi soffre . Amma ispira, eleva e trasforma col suo abbraccio fisico, con la sua organizzazione internazionale di volontariato a servizio della società e con la sua saggezza spirituale.

Amma è nata in India nel 1953 in una semplice famiglia di pescatori del Kerala. Fin da piccola, attirava l’attenzione di tutti trascorrendo molte ore sulla spiaggia immersa in profonda meditazione. Componeva canti devozionali ed era facile vederla innalzare inni al Divino con grande trasporto. Nonostante la tenera età, le sue composizioni rivelavano una notevole profondità e saggezza. I genitori di Amma non riuscivano a comprenderla. Amma spiega: “In India, le donne devono restare in secondo piano, si dice che ‘Neppure i muri debbano sentirle’. I miei famigliari non potevano capire il modo in cui mi avvicinavo alle persone, non conoscevano i principi fondamentali della spiritualità”. La madre di Amma si ammalò quando lei aveva nove anni, e così Amma fu ritirata dalla scuola per restare a casa ad aiutare nelle faccende domestiche e nella cura dei suoi sette fratellini. Quando si recava nel vicinato a raccogliere avanzi per le mucche di proprietà della famiglia, si trovava di fronte a persone che vivevano in condizioni di estrema povertà e sofferenza. Amma portava a questi bisognosi cibo e abiti prelevati da casa e per questo la sua famiglia, che non era affatto ricca, la rimproverava e puniva. Amma cominciò inoltre spontaneamente ad abbracciare le persone sofferenti per offrire loro conforto. A una ragazzina di 14 anni non era affatto permesso toccare chi non faceva parte della famiglia, specialmente quando si trattava di uomini. Nonostante le reazioni contrarie dei genitori, Amma seguiva il suo cuore, e più tardi chiarì: “Io non vedo se siano uomini o donne, non vedo nessuno differente dal mio stesso Sé: un flusso di amore incessante scorre da me verso tutta la creazione. Questa è la mia natura innata. Il dovere di un medico è curare i pazienti. Allo stesso modo, il mio dovere è consolare chi soffre”.

In paesi come l’India, il Nepal e il Tibet, è tradizione onorare come incarnazione della divinità chi manifesti compassione e saggezza straordinarie. In India, una tale persona è considerata un Mahatma (grande anima), ma Amma non ha mai rivendicato questo o altri titoli. “Ho offerto la mia vita al servizio del mondo molto tempo fa”, dice. “Quando la tua vita è un’offerta, come puoi avanzare una qualsivoglia rivendicazione?” Quando le chiedono se le persone la adorino, Amma risponde: “No, è il contrario. Sono io che adoro loro. Non credo in un Dio assiso su un trono nel cielo. Tutti gli esseri viventi sono il mio Dio. Il mio credo è amarli e servirli”.

In India, il Divino è fondamentalmente descritto come ‘al di là del nome e della forma’ ed è considerato il substrato della vita stessa. Per spiegare questo concetto, Amma usa spesso l’analogia dei gioielli d’oro: “Orecchini, braccialetti, anelli e collane sono tutti, nella loro essenza, oro; solo l’apparenza è diversa. In modo analogo, un’unica divinità onnipervadente appare come questo mondo di nomi e forme differenti”. Quando si comprende veramente questa verità, essa si manifesta in tutti i pensieri, le parole e le azioni come amore, compassione e altruismo”. Secondo la spiritualità indiana, questa comprensione è definita ‘illuminazione’ ed è lo scopo ultimo della vita umana, verso cui Amma c’invita a procedere. Ogni anno sempre più persone sono attratte da Lei. La sua fama si è diffusa ben oltre i confini dell’India. Nel 1987, Amma fu invitata per la prima volta negli Stati Uniti e in Europa. Oggi viaggia per tutta l’India, l’Europa, gli Stati Uniti, l’Australia, ma anche per il Giappone, lo Sri Lanka, Singapore, la Malesia, il Canada, l’Africa e il Sud America, e i suoi programmi impegnano uno staff di circa 200 volontari.

Grazie alle donazioni e all’aiuto di innumerevoli volontari, Amma ha costituito Embracing the World (Abbracciando il Mondo), una vasta organizzazione umanitaria in costante crescita, al servizio di tutti, indipendentemente da casta, posizione sociale e religione di appartenenza. Basandosi su questo principio, Embracing the World (ETW) ha devoluto dal 1998 più di 60 milioni di dollari in cure mediche completamente gratuite, costruito oltre 45.000 case per i senzatetto in tutta l’India e offerto sinora aiuto economico a più di 50.000 persone incapaci di provvedere al proprio sostentamento, con l’obiettivo di poterlo estendere a 100.000 persone. Inoltre, organizza corsi di formazione professionale, di alfabetizzazione, gestisce orfanotrofi, strutture per malati terminali, case di riposo per anziani, programmi di borse di studio, messa a dimora di alberi e molti altri progetti. In India, le iniziative di Embracing the World sono gestite dal Mata Amritanandamayi Math, una ONG a cui è stato conferito lo status di consulente del Consiglio Economico e Sociale e del Dipartimento per l’Informazione Pubblica dell’ONU. A seguito dello tsunami che investì l’oceano Indiano nel 2004, Embracing the World è intervenuta rapidamente e in sei mesi ha fornito case in muratura ai senzatetto. Embracing the World ha ricevuto elogi da molti funzionari governativi, dagli uomini politici del Kerala fino al presidente dell’India, per l’aiuto prestato ai bisognosi di qualunque credo religioso. In seguito, Embracing the World ha svolto un’opera analoga in occasione delle inondazioni di Mumbai, del Gujarat e del Bihar, così come ha prestato soccorso dopo il terremoto in Kashmir, i cicloni nel Bengala occidentale e gli uragani negli Stati Uniti.

Amma è riconosciuta a livello internazionale. Ha pronunciato numerosi discorsi alle Nazioni Unite ed è intervenuta due volte al Parlamento delle Religioni del Mondo. Tra le varie onorificenze ricevute, è stata insignita del Premio Gandhi-King per la Non Violenza a Ginevra e del premio Interreligioso James Parks Morton a New York. Il luogo di nascita di Amma in Kerala è divenuto oggi la sede della sua organizzazione di servizio volontario internazionale. Esso è dimora di oltre 3.000 residenti che assorbono qui gli insegnamenti di Amma, studiano le Scritture delle diverse tradizioni, praticano la meditazione e si dedicano ai progetti umanitari di ETW.

In tutta la sua vita Amma ha abbracciato e confortato più di 36 milioni di persone. Quando le chiedono dove trovi l’energia per aiutare tanta gente e contemporaneamente costruire e dirigere una cosi imponente organizzazione umanitaria, Amma risponde: “Dove c’è vero amore, tutto avviene senza sforzo”.

Per vedere come la sua missione ebbe inizio, guarda il seguente video:

Come tutto ebbe inizio