14 Dic

Il programma di Amma in Italia, novembre 2015: resoconto e le foto

Amma a Busto Arsizio – 6,7 e 8 novembre 2015

Spesso, intorno ai primi dieci giorni di novembre, si assiste a un fenomeno atmosferico particolare, la famosa estate di san Martino quando, in pieno autunno, sembra sbocciare una nuova primavera, l’aria si riscalda e il sole brilla luminoso. Quest’anno, un così speciale evento atmosferico è coinciso con un’altrettanto importante visita: la venuta annuale di Amma per la tappa italiana del tour europeo 2015. A partire dai primi giorni del mese, l’area di MalpensaFiere a Busto Arsizio si è riempita di cuori operosi che, con grande impegno e volontà, hanno trasformato un luogo ampio e formale  in uno spazio capace di accogliere migliaia di persone. I volontari hanno svolto il loro servizio giorno e notte, pulendo, allestendo e riempiendo di risate e gioia le grandi sale del programma. Rapidamente hanno preso forma il palco, la platea, gli stand, le cucine e tutta l’area di ristorazione, quest’anno arricchita da uno spazio verde, il BioBar, ricco di fiori e piante, un piccolo angolo di foresta colorato e pacificante.

 

Giovedì 5 novembre, nel tardo pomeriggio, è iniziata l’attesa: in molti si sono recati all’ingresso del polo espositivo per attendere l’arrivo di Amma, avvenuto in serata. Arrivata direttamente da Toulon, seconda tappa francese del tour, Amma ha illuminato tutti con il suo sorriso, mai stanco. Malgrado l’ora tarda, si è recata nell’area ristoro e ha servito con immenso amore la cena a tutti i presenti. Quest’anno, il numero di volontari che hanno prestato servizio al programma è stato davvero straordinario: circa 900 persone hanno contribuito alla creazione di questo grande evento. Amma ha dato il “buon appetito” in italiano a tutti e quindi è iniziata la cena, al termine della quale alcuni sono tornati al lavoro, altri sono andati a riposare.

Venerdì 6 novembre il programma è iniziato alle 11 di mattina: l’ingresso di Amma nella Hall ha dato vita a un’immensa esplosione di gioia e felicità, espressasi attraverso uno scrosciante applauso. La grande emozione di tutti i presenti era visibile e si è tradotta in un silenzio ricco di presenza durante la meditazione e una piccola preghiera per la pace, al termine della quale Amma ha iniziato a dare l’Abbraccio. Come un fiume impossibile da fermare, metafora che lei stessa utilizza per descrivere il suo atto di dare l’Abbraccio, Amma ha dispensato abbracci, conforto, compassione e sorrisi a tutti i presenti. Per ore e ore ha continuato a illuminare la sala, dirigendo i lavori, rispondendo a un’intervista svolta dalla RAI e donando quell’incredibile esempio di amore in azione di cui è massima espressione. Amma ha ricevuto due visite speciali, La Pina di Radio DeeJay e Mauro Corucci di Radio 105, alla sua seconda visita. La giornata si è conclusa a notte fonda, intorno all’una di notte quando, dato l’ultimo abbraccio, Amma si è sollevata dalla sedia con dolcezza e si è ritirata per riposare.

Sabato 7, il programma ha avuto inizio alle 10, sebbene fino dalle prime luci del mattino, una lunga fila di persone avesse animato l’ingresso B di MalpensaFiere. La distribuzione dei biglietti, iniziata intorno alle 8.30, ha dato il via a un movimento di persone che hanno lentamente riempito le due Hall di chiacchiere e attesa. All’arrivo di Amma le due sale, gremite, si sono come sospese nel silenzio, a voler sottolineare la profonda emozione che la sua presenza è stata in grado di donare.

E’ stata una giornata ricca di emozioni e sorprese, culminata nel programma serale quando il sindaco di Busto Arsizio Gigi Farioli, Sua Eccellenza Basant K. Gupta, Ambasciatore d’India in Italia e il Maestro Franco Battiato hanno voluto omaggiare e dare il benvenuto ad Amma pubblicamente.

Il sindaco Farioli, mosso da grande commozione, ha ringraziato Amma con tutto il cuore per riuscire a trasformare un luogo come MalpensaFiere nella capitale italiana della spiritualità per 3 giorni all’anno.  Amma ha altresì voluto esprimere la propria gratitudine al luogo che la ospita con il suo programma partecipando attivamente a un progetto sociale chiamato “Rete Lavoro”, che si propone di impiegare in lavori socialmente utili disoccupati del territorio. Amma ha così consegnato al sindaco Farioli un assegno a sostegno del progetto, fra i grandi applausi della folla accorsa al programma. Il sindaco ha così espresso il suo ringraziamento:

“Grazie Amma, grazie a voi.

Dopo pochi giorni dalla chiusura dell’EXPO, Busto ha bisogno di vivere anche di spirito, anche di attenzione, anche di amore, anche di gratuità, anche di sorrisi e di abbracci. Ed è per questo che io do il benvenuto e il ringraziamento non solo all’eccellenze che ho avuto modo di conoscere, ma a ciascuna eccellenza di ogni vostro cuore: Amma e i vostri cuori. E vi ringrazio, perché oggi potrò anche dire con orgoglio che nonostante i miei limiti e i vostri limiti abbiamo avuto da questo atto di abbraccio, da questo sorriso, anche un piccolo grande aiuto per un progetto che vuole dare dignità, lavoro e speranza a chi si trova spesso nel disagio dell’abbandono. Molti lo hanno fatto e lo faranno anche grazie ad Amma e a tutti voi.”

Amma ha quindi tenuto il suo discorso e diretto i canti tradizionali indiani che sono seguiti, al termine dei quali ha ripreso, instancabile, a dispensare abbracci e amore.

Domenica 8 novembre, il numero di partecipanti al programma è aumentato ancora: sotto a un cielo blu, così pulito da mostrare in lontananza tutto lo splendore e la maestosità delle alpi, un mare di persone ha raggiunto MalpensaFiere. Quest’anno vi è stata anche una grande presenza di stranieri, in particolare spagnoli e greci: i primi per via di un week end lungo di vacanza, i secondi perché non potendo ancora godere di un programma nella loro nazione hanno scelto di partecipare alla tappa italiana, portando nella serata di domenica un contributo musicale meraviglioso e riempiendo la sala di balli tradizionali che hanno coinvolto molti dei partecipanti. La sera di domenica infatti, dopo una piccola pausa, ha avuto inizio la notte di Devi Bahva, avviata con un discorso ispirante e dall’Atma Puja, una cerimonia per la pace. Amma ha poi abbracciato per tutta la notte, accompagnata da musica, canti e danze. E’ difficile spiegare con parole la profonda emozione che si prova a osservare questa piccola grande donna abbracciare persone per oltre 10 ore di fila, tutte con lo stesso sguardo compassionevole e amorevole.

Il programma si è concluso nella mattinata di lunedì quando tutti i partecipanti sono stati salutati da una pioggia coloratissima di petali e Amma, poco prima di lasciare il palco e proseguire nel suo viaggio per l’ultima tappa del tour europeo a Londra, ha salutato tutti al grido di “Mata Rani Ki!” e i presenti hanno risposto “Jay!” con il cuore colmo d’amore.

Grazie Amma, ti aspettiamo il prossimo anno!

{phocagallery view=category|categoryid=305|displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}